La guardia di finanza ha sequestrato oltre 78mila articoli, compresi articoli per fumatori

FOLIGNO (Perugia) – Giochi e gioielli pericoli per la salute, senza informazioni sulla provenienza e importati senza alcun controllo di sicurezza: la guardia di finanza sequestra oltre 78mila articoli in un negozio gestito da cittadini cinesi.

I controlli in materia di sicurezza dei prodotti sono stati intensificati dal Comando provinciale di Perugia anche in vista dell’approssimarsi delle festività natalizie e nell’ottica della salvaguardia della salute pubblica: così le fiamme gialle della Compagnia di Foligno, al termine di accurati accertamenti eseguiti nei confronti di una persona di origine cinese, titolare di un negozio in città, hanno sequestrato migliaia di pezzi, tra giocattoli, articoli per fumatori e bigiotteria che, dai controlli eseguiti, sono risultati privi di informazioni utili per risalire al produttore o importati dalla Cina senza i preventivi controlli di sicurezza.
1
«Il commercio illegale di questi prodotti – spiegano dal Comando provinciale -, costituisce un danno per l’economia nazionale per la concorrenza sleale che genera verso coloro che vendono analoghi prodotti “certificati” e, pertanto, più costosi. Questi tipi di articoli, per altro, sono pericolosi per l’ambiente e per la salute dei consumatori, soprattutto dei bambini, a causa dell’assenza di garanzie che certifichino la sicurezza dei materiali utilizzati e delle procedure attuate per fabbricarli».
Dopo i primi riscontri documentali, i finanzieri hanno rilevato evidenti difformità per quanto riguarda le indicazioni che, per legge, devono accompagnare i prodotti posti in vendita, come ad esempio le etichette che devono essere rigorosamente in lingua italiana. Rilevata la violazione, è scattato l’immediato sequestro di 78.125 articoli presenti nel negozio. La sanzione prevista, in questi casi, è molto alta e può arrivare fino a 12mila euro.