Tra centro storico e viale Umbria, tra mostra mercato ed eventi collaterali

MAGIONE (Perugia) – Un pilastro della dieta mediterranea le cui proprietà benefiche del prodotto extravergine sono ormai note a tutti, esperti e non. È l’olio d’oliva che sarà celebrato in una due giorni, sabato 17 e domenica 18 novembre a Magione, grazie a ‘Olivagando’, organizzato dal Comune di Magione con la collaborazione di Proloco e associazioni del territorio.

La 19esima edizione dell’evento, quest’anno in una veste rinnovata, è stata presentata lunedì 12 novembre a Perugia da Cristina Tufo, assessore a turismo, eventi e marketing territoriale del Comune di Magione. Sarà un evento itinerante, con 19 punti di degustazione dislocati tra il centro storico e la zona commerciale di viale Umbria, incontri tematici e attività per bambini.

Ci sarà, inoltre, la mostra mercato in piazza Mengoni, ‘Pillola di Herbae volant fructus manent’ (taglio del nastro sabato 17 alle 15), con 15 espositori provenienti da diverse zone dell’Umbria che esporranno le migliori produzioni di olio nuovo naturalmente, ma anche altri prodotti tipici in abbinamento all’oro verde, accanto a quelli d’artigianato. E per immergersi in anteprima nell’atmosfera di Olivagando sono previsti, mercoledì 14 novembre alle 18.30 all’azienda agricola Pucciarella, percorsi di assaggi di oli novelli extravergini, a cura di Angela Canale, capo panel di Assoprol Umbria.

Nel ricco programma da segnalare due concorsi, quello fotografico ‘Le dolci colline’, alla seconda edizione (premiazioni domenica alle 15.30 al teatro Mengoni) e ‘La dolce goccia’, alla quarta edizione, riservato agli olivicoltori della fascia del lago Trasimeno e zone limitrofe, promosso da AssoProl Umbria. «Vi partecipano – ha sottolineato Tufo – una quarantina di etichette che saranno valutate da una giuria di esperti. Il concorso ha acquistato molta popolarità e rappresenta un momento di confronto per gli stessi produttori che stanno prendendo sempre più consapevolezza della qualità che possono offrire. Vengono valutati e premiati anche i frantoi, che contribuiscono in maniera determinante al processo di produzione dell’olio».

«La manifestazione – ha continuato Tufo – gode del patrocinio del Comune di Norcia che difatti sarà presente con uno stand di NeroNorcia. In questo modo abbiamo voluto suggellare il legame profondo che ci lega, iniziato quando abbiamo ospitato gli sfollati del terremoto, e che continuerà ancora perché anche noi saremo quasi sicuramente ospiti durante NeroNorcia».

Se il filo conduttore rimangono le degustazioni, non mancheranno approfondimenti convegnistici (sabato 17 alle 11.30 al cinema Carpine con le conversazioni sul tema ‘Olio e tartufo: Umbria terra d’eccellenze’), passeggiate a cavallo o a piedi, visite guidate alle bellezze storico-artistiche di Magione, mostre, concerti nelle piazze, sfilate di moda e attività ludiche per bambini, tra cui la possibilità di partecipare a una vera raccolta delle olive (domenica 18 alle 10.30 ai giardini pubblici) o il laboratorio per costruire il villaggio di olivi con i lego (domenica alle 16 in piazza don Minzoni, all’interno dell’oratorio parrocchiale).