L’appuntamento tradizionale a Giano dell’Umbria. Il programma del weekend

GIANO DELL’UMBRIA (Perugia) – Grande festa per la quattordicesima edizione de La Mangiaunta, l’ormai tradizionale rassegna che il Comune di Giano dell’Umbria organizza per celebrare l’olio nuovo, la prima frangitura ed il suo paesaggio fatto di olivi millenari, che proseguirà fino a lunedì 5 novembre.

Molte le persone che hanno preso parte alle iniziative in programma nei primi due giorni di evento e tanti gli appassionati di enogastronomia che hanno degustato l’olio extravergine di oliva e gli altri prodotti locali. Al completo il laboratorio di cucina di “Giorgione”.
Ma la festa continua, infatti tante saranno ancora le attività in programma per il fine settimana, sia sabato 3 novembre che domenica 4 novembre dalle 10 alle 20, quando sarà possibile partecipare a visite ai frantoi in lavorazione con degustazioni di olio extravergine di oliva appena franto dal Frantoio Speranza, l’Azienda Agricola Moretti Omero, il Frantoio Filippi e il Frantoio Flamini. Per visitare i frantoi sarà possibile fare il tour in modo autonomo o salire sul “Gianolio Bus” con partenza ogni mezz’ora da piazza San Francesco. A chi completerà il tour dei quattro frantoi, verrà offerto un omaggio di olio.
La visita ai frantoi di sabato 3 novembre, dalle 12, sarà accompagnata dai suoni e canti popolari dei “Briganti della Fratta”; mentre domenica 4 novembre ad allietare il tour, sarà il Gruppo di canto popolare di Giano dell’Umbria.

Il corso con Giorgione

Sabato 3 novembre in programma alle 10 la partenza della passeggiata a piedi sulla Via Flaminia, con visita alla Frazione di Montecchio e alla Villa di Rufione, una grande villa rustica romana in cui l’estrema raffinatezza degli affreschi e dei rivestimenti danno l’idea di una ricca committenza. Il materiale archeologico che è stato rinvenuto e che è raccolto nel Museo Archeologico Antiquarium di Montecchio, appartiene per lo più al I secolo d.C. mentre gli intonaci possono essere assimilati al III e IV e allo stile pompeiano. Al termine della passeggiata sarà possibile pranzare presso l’Azienda Agricola Del Quondam (su prenotazione).

Alle 17 nella chiesa di San Francesco si terrà la presentazione del video e della pubblicazione “Federico II in Umbria: una damnatio memoriae” di Carlo Bizzarri. Testo e video prendono in esame la lunetta posta sul portale della chiesa di San Bartolomeo, a Montecchio di Giano dell’Umbria, una rarissima testimonianza del dominio di Federico II di Svevia, in cui le figure omaggianti rappresentano Adelaide e Rainaldo di Urlsingen, Duca di Spoleto.
Sia sabato 3 novembre, che domenica 4 novembre sarà possibile degustare una ricca offerta di prelibatezze gastronomiche cotte nello storico forno a legna comunale dove alle 17.30 si terrà “Cotta e Suonata – Musica da degustare” . Sabato 3 novembre la degustazione sarà accompagnata dalla musica di “River Wine Man” in concerto, mentre domenica 4 novembre si esibirà la “Bluesy Mood Band” in conerto.

Domenica 4 novembre inoltre in programma alle 10.30 “Gli ulivi millenari di Giano dell’Umbria”, un affascinante e indimenticabile “piccolo tour” attraverso la visione ed il racconto degli ulivi millenari di Giano dell’Umbria, patrimonio materiale ed immateriale del territorio, una visita guidata gratuita a cura di Giulio Scatolini, con sosta e degustazione guidata di olio extravergine di oliva al Frantoio Speranza.
Mentre per le 12 in programma presso l’Azienda Agricola Moretti Omero la sfida ai fornelli tra innovazione e tradizione dal titolo “Chef Vs Nonna”, la “Nonna” sfiderà lo chef Mattia Lazzari del Ristorante Antico casale Le Fossate di Giove (Tr) nella preparazione del farro risottato ai profumi d’autunno con porcini ed erbe stagionali.

Durante La Mangiaunta sarà possibile visitare le mostre fotografiche allestite, all’interno del Complesso di San Francesco, dai fotografi Ernesto De Matteis con la sua “ULIVIMMORTALI” e la mostra collettiva a cura di Sante Castignani e Marta Leniart dal titolo “Paesaggi e Sentieri Umbri”. Inoltre presso l’Ex sala Teatro ci sarà la tappa gianese del progetto di mostra d’arte contemporanea diffusa, in ambienti poco noti e accessibili dell’Umbria “minore”, #CHIAVE UMBRA_2018 SULLA NATURA con le opere di Andrea Buzzichelli che offre visioni inedite in notturna della brulicante vita dei boschi.

Per informazioni: tel. 342 6215432 – gioveinfo@libero.it – www.leviedellolio.eu