Il congresso a Perugia: 87 voti favorevoli ma un terzo dell’assemblea dice no. «Costruire un’idea di società fondata su lavoro e dignità»

di Cgil Umbria
(riceviamo e pubblichiamo)

PERUGIA – Vincenzo Sgalla è stato rieletto segretario generale della Cgil dell’Umbria. L’elezione è arrivata al termine dei lavori del XIII congresso del sindacato, che si sono svolti a Perugia, con la partecipazione di 270 delegate e delegati dai posti di lavoro e dalle leghe pensionati dell’Umbria. Ai lavori del congresso umbro ha preso parte anche Giuseppe Massafra, segretario confederale della Cgil nazionale.

Il congresso ha prima eletto il nuovo direttivo regionale della Cgil Umbria (92 componenti), la nuova assemblea generale (140 componenti) e la delegazione al congresso della Cgil nazionale che si terrà a Bari dal 22 al 25 gennaio (8 componenti).
L’assemblea ha quindi votato il segretario generale su proposta del centro regolatore nazionale. Sgalla ha ottenuto 87 voti favorevoli, 40 contrari, con 4 schede bianche e una nulla.
«Ci aspettano 4 anni di impegno straordinario – ha detto Sgalla dopo la sua rielezione – La Cgil, questa grande organizzazione sociale radicata nei valori della sinistra, sente tutta la responsabilità di costruire un’idea di società e di sviluppo diversa per l’Italia e per l’Umbria, fondata sulla dignità e sulla centralità del lavoro, sul contrasto alle disuguaglianze, sulla solidarietà e sul rispetto delle differenze».