La beneficenza a Città di Castello ha il sorriso di Silvana Benigno

CITTÀ DI CASTELLO (Perugia) – La beneficenza ha il sorriso di Silvana Benigno e il profumo della maxi-trifola da 500 grammi che verrà messa all’asta alla XXXIX Mostra nazionale del Tartufo bianco di Città di Castello da “Giuliano Tartufi” per raccogliere fondi per la ricerca sui tumori a sostegno della Fondazione IEO di Milano. Grazie alla generosità di Giuliano Martinelli, titolare dell’omonima azienda, uno dei tartufi più belli della manifestazione tifernate finirà sulla tavola di un benefattore, anziché nella cucina di uno dei prestigiosi ristoranti in Europa, America o Asia che acquistano abitualmente i migliori tuberi dell’Alta Valle del Tevere.

Da una base d’asta stabilita a 1.200 euro per incentivare le offerte, la maxi-trifola è schizzata subito a 2mila euro grazie al primo rilancio fatto da un generoso e anonimo donatore già stamattina, in occasione della cerimonia pubblica nella residenza municipale di piazza Gabriotti nella quale Silvana Benigno ha presentato insieme a Giuliano Martinelli l’iniziativa di solidarietà “Cerchi un tartufo…trovi una vita”.

Un appuntamento al quale hanno partecipato i familiari, gli amici di Silvana e del marito giornalista Fabrizio Paladino, insieme a coloro che nel territorio hanno condiviso la battaglia all’insegna del sorriso contro la malattia. Tra questi anche il maestro Fabio Battistelli, che con il suo clarinetto ha dedicato una serenata a Silvana con una esibizione a sorpresa che è stata un regalo alla protagonista della mattinata, ma anche a tutti i presenti.

A sottolineare il sostegno delle comunità locali per la causa della ricerca sul cancro sono stati i sindaci di Città di Castello Luciano Bacchetta e di San Giustino Paolo Fratini, che hanno salutato con affetto Silvana insieme all’onorevole Walter Verini e al commissario della Comunità Montana Alta Umbria Mauro Severini, agli assessori Riccardo Carletti, Massimo Massetti e Luca Secondi, in una bella cerimonia condotta dal giornalista Massimo Zangarelli.

«Il tartufo bianco, che è il re della tavola, può essere anche uno straordinario veicolo di promozione della vita e della ricerca scientifica, accomunando e avvicinando le persone a cause nobili come quella di Silvana, che ringraziamo per le esemplari serenità e forza con cui conduce la dura battaglia contro il cancro e sensibilizza la nostra comunità sull’importanza della prevenzione e delle azioni finalizzate a curare chi è malato», ha detto il sindaco Bacchetta insieme all’assessore Carletti.

«Il sorriso è mezza guarigione ed è importante che la malattia venga combattuta con il giusto spirito, ma anche con l’impulso alla ricerca scientifica che è l’unica strada per salvare la vita delle persone», ha sottolineato Silvana Benigno, che ha ringraziato i rappresentanti istituzionali e politici del territorio per la condivisione della sua battaglia e Giuliano Martinelli per aver messo a disposizione con entusiasmo e generosità la propria attività a sostegno della solidarietà.

Fino a domenica alla XXXIX Mostra nazionale del Tartufo bianco di Città di Castello sarà possibile acquistare la salsa di funghi realizzata appositamente per l’iniziativa da “Giuliano Tartufi” con una confezione “griffata” dal viso di Silvana Benigno e dallo slogan “alla faccia del cancro” che accompagna tutte le iniziative nelle quali è impegnata per promuovere la prevenzione e la ricerca. Tutti i proventi della vendita del prodotto saranno devoluti alla Fondazione IEO di Milano che finanzia la ricerca oncologica dell’Istituto Europeo di Oncologia.