Ubriachi e di corsa. Il caso più assurdo: abbatte un palo, si schianta contro dei cordoli e infine, come nulla fosse, abbandona l’auto e torna a casa camminando…

ASSISI (Perugia) – Letteralmente, a tutta birra. Quella che prima di essere fermati al volante delle proprie auto avevano ingerito. Quella che gli è valsa, poi, una denuncia da parte dei poliziotti del commissariato di Assisi. Che nel giro di un mese – nel corso dei controlli effettuati soprattutto in orario notturno e serale – hanno beccato tre automobilisti evidentemente poco propensi al rispetto delle norme in fatto di alcol e guida.

Il primo, lungo la SS75 all’uscita di Rivotorto, è un 41enne di Spello che alla guida della sua auto sportiva, ha urtato più volte new jersey centrale e guard rail laterale, per poi fermarsi al limite della carreggiata ed essere trovato, riferisce la questura, «illeso ma in evidente stato di alterazione», confermato poi dagli esami del caso. L’uomo, a cui in passato era già stata ritirata la patente per un fatto analogo, è stato denunciato in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza e la sua auto sequestrata.

Il secondo caso in zona Ospedalicchio, dove un veicolo, ha riferito una segnalazione,  procedeva lungo la strada provinciale «con difficoltà». Anche in questo caso il conducente, un 57enne di Foligno, gli agenti è parso subito ubriaco. E anche un questo caso un alcol test, effettuato dalla polizia stradale, arrivata poco dopo, ha confermato i sospetti. L’uomo, con precedenti specifici, è stato quindi denunciato e la sua patente ritirata.

Infine il terzo, forse più assurdo episodio. In piena notte, con la volante a interrompere la corsa sfrenata di una macchina nella zona di Santa Maria degli Angeli. L’auto aveva abbattuto un palo della segnaletica verticale e proseguito scavalcando il marciapiede, arrestando infine la sua corsa solo grazie ad alcuni cordoli. Il conducente, riferisce la questura di Perugia, abbandonata l’autovettura, si stava allontanando tranquillamente per tornare a casa, ed è toccato agli agenti fermarlo. In seguito agli accertamenti tecnici anche in questo caso svolti insieme alla polstrada, che ne hanno confermato lo stato di alterazione, l’uomo, un 34enne albanese già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato a piede libero per guida in stato di ebbrezza con contestuale ritiro della patente.

«Una decina infine – comunica la questura – le contestazioni elevate ai sensi dell’art. 193 del Codice della Strada ai conducenti di veicoli trovati senza copertura assicurativa e per questo sequestrati».