La gara tra le hostarie. E corrono anche i bambini e le bambine. Poi musica, vino e castagne

COSTACCIARO (Perugia) – Tutto pronto per la decima edizione della Corsa delle botti di Costacciaro, che anche quest’anno, grazie al contributo per la promozione del Gal Alta Umbria, si prepara a ricevere moltissimi visitatori: appuntamento per sabato 10 e domenica 11 novembre.

L’organizzazione al lavoro da diversi mesi ha coinvolto come sempre l’intera comunità, dai singoli privati alle associazioni.
Si parte sabato 10 novembre con l’Hostaria de la Rocca (che rappresenta le frazioni) che organizza a Villa Col de’Canali una serata danzante con castagne e vino novello. Domenica 11 invece saranno i tamburini di Costacciaro a svegliare la città che si darà il primo appuntamento nelle rispettive hostarie per il pranzo dei bottaioli. Nel primo pomeriggio, alle 14.30, l’appuntamento è al cimitero comunale per un saluto e l’apposizione dei fazzoletti delle due hostarie. Alle 15 in centro storico partirà la sfilata, dove oltre 100 figuranti ricostruiscono la vita e le abitudini contadine, accompagnati dall’inconfondibile suono dei tamburini.
Alle 16 è prevista la Corsa delle Botti dei Bambini, dove 16 piccoli bottaioli si contenderanno il trofeo, interamente realizzato dagli alunni della Scuola “Efrem Bartoletti”. Alle 16.30 sarà la volta dell’attesissima Corsa delle Botti, edizione numero 10, circa 650 metri in cui le due squadre e i 40 bottaioli si sfideranno per l’ambito trofeo di San Martino.
Dopo la premiazione gli appuntamenti proseguono con l’intrattenimento per bambini, l’esibizione e le prove di tiro con l’arco con gli arcieri di Fermignano, la mostra fotografica e la serata danzante con Yuri & Giorgia.

La Corsa dei Bambini è la gara dedicata ai più piccoli nata lo scorso anno. Nell’edizione 2018, a grande richiesta, parteciperanno anche le bambine. Durante la presentazione delle hostarie, avvenuta la scorsa domenica, le due squadre si sono formate mediante sorteggio, senza vincoli di appartenenza. I capobottaioli sono Andrea Ricci per l’Hostaria del Rivellino e Mirko Pascolini per l’Hostaria del Pasco.
Hostaria del Pasco: Mirko Pascolini, Teresa Adami, Gabriele Chiocci, Anuar Ben Saida, Luigi Scarabotta, Luca Olivieri, Giacomo Marionni, Leonardo Galassi.
Hostaria del Rivellino: Andrea Ricci, Mattia Bellucci, Ambra Bellucci, Diego Anelli, Riccardo Chiocci, Elisabetta Bucci, Alex Anelli, Elena Bucciarelli.
Botti 2018: nuovi capobottaioli e nuovi corridori

In questa decima edizione cambiano anche i capobottaioli, dopo Dario Bei e Piero Bucciarelli che hanno guidato le squadre rispettivamente per 8 e 3 anni, le due hostarie hanno scelto due nuovi capitani. Si tratta di Giacomo Marini per l’hostaria de la Porta e Raffaele Travaglini per quella de la Rocca.
Per l’hostaria de la Porta (20 + riserve): Giacomo Marini, Matteo Pressato, Stive Franchi, Massimiliano Bartoletti, Luca Bucci, Michael Marinelli, Francesco Mariucci, Jacopo Santinelli, Giorgio Bartoletti, Lucio Santinelli, Marcos Lupini, Andrea Coldagelli, Fabio Martella, Nicolò Fiorucci, Gabriele Tommasoni, Alessandro Monni, Miguel Lugo, Leonardo Pellegrini, Leonardo Lanzi, Carlo Facchini, Antonio Procacci, Andrea Di Gioia, Fabio Costanzi, Andrea Morotti.
«Punto tutto sulla qualità e la grinta – dice Giacomo Marini – quest’anno abbiamo inserito 7 nuovi corridori che ci aiuteranno a riprendere il trofeo».

Per l’hostaria de la Rocca (20 + riserve): Raffaele Travaglini, Maicol Albini, Dario Bei, Mahamed Badi, Nabil Badi, Damiano Bellucci, Giacomo Bellucci, Mauro Bellucci, Francesco Costantini, Leonardo Gelsomini, Fabio Fagiani, Diego Martella, Lorenzo Martella, Valentino Martella, Diego Mascelli, Luca Nassuato, Marco Pierino 1, Marco Pierino 2, Marco Presilla, Nicola Riccioni, Andrea Rossi, Alessio Sagrafena, Yuri Vizzi.
«Non posso far altro che ringraziare il mio predecessore Dario e tutti i ragazzi dell’Associazione impegnati nell’organizzazione – dice Raffaele Travaglini – non vedo l’ora di sfidare il nuovo team dei blu e il mio amico Giacomo. Avremo anche meno vittorie, ma dalla nostra abbiamo il record. Siamo pronti alla sfida con un sano spirito di competizione».
L’augurio dell’Associazione e della presidente Arianna Bellucci

«Siamo soddisfatti del lavoro che abbiamo fatto in questi mesi ed entusiasti per l’aiuto ricevuto da tutta la popolazione che partecipa attivamente ogni anno ai preparativi – commenta la presidente dell’associazione Arianna Bellucci -. Siamo orgogliosi di aver ricevuto tantissime adesioni dalle bambine che quest’anno parteciperanno per la prima volta alla Corsa dei dei più piccoli. Vogliamo rivolgere un augurio particolare ai nuovi capobottaioli e speriamo che per tutti sia un’occasione di unione e di festa».

Per informazioni: www.corsadellebotti.it – Facebook: Corsa delle Botti