«Volete dare il vostro contributo? Contattateci». Ma attenti ai truffatori: «Nessuno è autorizzato a chiedere soldi “porta a porta” o per telefono»

NORCIA (Perugia) – Dare nuovo slancio al progetto di costruzione di uno spazio fruibile dalla cittadinanza del comune di Norcia e della Valnerina, aperto alla solidarietà e all’associazionismo. È con questo proposito che il 22 ottobre il CeSVoL di Perugia e il Gad (Gruppo artisti dilettanti) Compagnia teatrale Alberto e Anna Ferrari di Norcia, hanno sottoscritto un accordo per la costituzione di una Ats (Associazione temporanea di scopo) per la raccolta dei fondi e la fattiva realizzazione del progetto. Partendo dall’esperienza del comitato “Norcia Vive” costituito a seguito del sisma del 2016.

«Gli eventi sismici hanno privato il tessuto associativo nursino e lo Sportello Valnerina del Centro di servizio per il volontariato di Perugia di idonei luoghi di incontro e spazi da adibire a sedi associative», comunicano i firmatari. Di fatto concordi circa la «volontà di far confluire i propri sforzi nella realizzazione di una Casa comune del Volontariato e dell’Associazionismo che possa adempiere alle singole esigenze delle diverse organizzazioni, favorendo altresì l’implementazione e lo scambio delle esperienze associative».

«Le risorse derivanti dalla raccolta fondi – si legge nell’accordo – rappresentano un fondo comune destinato esclusivamente alla realizzazione del progetto “Norcia Vive”, la cui realizzazione deve essere condivisa tra tutti i soggetti partecipanti all’ATS, e non possono quindi in nessun modo essere utilizzate diversamente dal soggetto capofila».

«In quest’ottica – spiega una nota -, l’Ats si propone di sostenere il progetto di raccolta fondi attraverso l’ideazione diretta e/o la condivisione ed il supporto di eventi ed iniziative aventi tale scopo, procedere all’elaborazione e realizzazione di progetti specifici, favorire la conoscenza del progetto per aumentarne forza ed impatto territoriale, con l’obiettivo di accrescerne la rete di accreditamento anche istituzionale e non locale, promuovere, attraverso le reti relazionali e di contatto dei singoli firmatari, ma anche attraverso il coinvolgimento di altre realtà associative che condividono le finalità del progetto della Casa delle Associazioni».

Infine, una racomandazione. «Il CeSVoL e il Gruppo Artisti Dilettanti di Norcia sottolineano, visti i continui e spiacevoli episodi di truffe che spesso colpiscono il mondo della solidarietà, che la raccolta fondi per il progetto avviene solo tramite sistemi di tracciabilità bancaria e/o postale e in determinati eventi ufficiali pubblicizzati. Nessuno è autorizzato a chiedere soldi “porta a porta” o per telefono. Per informazioni sulle modalità di donazione e/o partecipazione al progetto si può scrivere o telefonare al CeSVoL: cesvol@mclink.it – 075.5271976. Si ricorda che lo stato di avanzamento della raccolta fondi per la realizzazione del progetto, iniziata nel dicembre 2016, è sempre visualizzabile al link: http://www.valnerina.click/norcia-vive/».