A Pieve di Campo: aggredito e aggressore risiedono a Terni

PERUGIA – Era ancora impaurito, scosso per quanto accaduto quando i poliziotti della Volante hanno risposto alla chiamata di aiuto e lo hanno raggiunto a Pieve di Campo. L’uomo, un operaio di 44 anni residente a Terni, agli agenti ha raccontato di essere stato aggredito da un collega dopo un litigio: nato per questioni di lavoro durante uno scavo al manto stradale e culminato, appunto, nell’aggressione.

Il collega, un 43enne tunisino con regolare permesso di soggiorno, anche lui residente a Terni, lo avrebbe picchiato, minacciato di morte e rincorso a piedi brandendo un martello. Rintracciato e accompagnato in questura, l’aggressore è stato denunciato a piede libero per lesioni personali e minacce gravi ed aggravate. Il 44enne aggredito invece se ne è andato in ospedale per ricevere le cure del caso, dove i medici hanno riscontrato contusioni multiple, giudicate guaribili in 7 giorni.