Del resto come avrebbe potuto del resto, a tarda sera, quell’auto mai vista in zona non destare qualche sospetto?

PERUGIA – L’occhio vigile dei residenti anche stavolta ci ha visto lungo. E come avrebbe potuto del resto, a tarda sera, quell’auto mai vista in zona non destare qualche sospetto? «Pronto, polizia? C’è un’automobile che si aggira da un po’ tra le case qui a San Martino in Colle…»: è stata la telefonata di un residente a far scattare l’allarme. Giustificato, a giudicare da quando scoperto dai poliziotti della volante arrivati per controllare.

Fermata l’auto con a bordo due persone – un 35enne e un 39enne italiani residenti a Perugia, pregiudicati per reati contro il patrimonio e la persona – celati nell’alloggio del freno a mano, sotto un sedile posteriore e sotto la ruota di scorta gli agenti hanno trovato: un paio di forbici da elettricista con le punte piegate per fare leva, una chiave svita bulloni, una chiave combinata, dei guanti, un cacciavite a taglio. Oggetti decisamente inusuali da nascondere in auto. Arnesi da scasso, probabilmente.

Sequestrato il tutto, i due uomini sono stati immediatamente denunciati, in stato di libertà, per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

 

 

I poliziotti della Volante, a seguito di segnalazione di persone sospette pervenuta al 113, sono intervenuti a tarda sera in zona San Martino in Colle.
Sul posto gli agenti hanno contattato il richiedente il quale ha riferito loro che, poco prima, aveva notato un’autovettura con due persone a bordo aggirarsi con fare sospetto in una zona residenziale di quella località.
I poliziotti hanno pertanto iniziato a perlustrare la zona ed hanno individuato l’auto sospetta con due uomini a bordo.
Sottoposti a controllo ed identificati per un 35enne ed un 39enne italiani residenti a Perugia, pregiudicati per reati contro il patrimonio e la persona, i due si sono mostrati agitati ed insofferenti nei confronti degli agenti.
A seguito di ciò sono state approfondite le verifiche da parte dei poliziotti che hanno proceduto alla perquisizione del veicolo su cui viaggiavano i due.
Difatti, Perugia, 16 ottobre 2018