Pregiudicato e con precedenti specifici, ora è accusato di truffa aggravata continuata

ORVIETO (Teri) – È stato scoperto grazie alle indagini della Anticrimine del commissariato di Orvieto, l’italiano residente in provincia di Frosinone che in soli 12 mesi aveva già truffato più di 160 persone. Ed è stato grazie alla segnalazione di una signora di Orvieto se l’uomo ora ha concluso la sua attività. La donna ha chiamato il 113 dopo aver acquistato su internet un telefono cellulare, regolarmente pagato ma di fatto mai arrivato a destinazione, e ha quindi fornito agli investigatori tutti gli elementi per identificare il presunto truffatore.

L’uomo, che aveva costruito un vero e proprio sito internet, dove pubblicizzava apparecchiature elettroniche e smartphone di tendenza a prezzi molto convenienti, rispetto ai comuni costi di mercato, dopo aver concluso centinaia di transazioni ed incassato diverse migliaia di euro, avrebbe “dimenticato” di spedire la merce pagata e poi chiuso il sito di compravendita, rendendolo inaccessibile. Riaprendone un altro dopo qualche tempo, sostiene la polizia, sotto un altro nome, perpetrando nell’illecito. L’uomo, con precedenti specifici, è stato immediatamente denunciato per truffa aggravata continuata.