L’autore è uno studente finlandese di fotografia che ha soggiornato in città grazie a un progetto europeo di mobilità Erasmus+ promosso da ArtEcult e dal liceo artistico Mazzatinti

Dal 10 ottobre all’11 novembre a Pori, in Finlandia, si terrà una mostra fotografica sulle tradizioni eugubine, realizzata da Juha Matti Tenhunen. L’autore è uno studente finlandese di fotografia che ha soggiornato a Gubbio da marzo a maggio 2018, grazie ad un progetto europeo di mobilità Erasmus+ promosso dall’associazione ArtEcult in cooperazione con il Liceo artistico “G. Mazzatinti”.

ArtEcult è un network di scuole vocazionali che si occupa di istruzione superiore e dell’inserimento di giovani e adulti nei settori dell’arte, dell’artigianato e della comunicazione. Fin dall’anno della sua fondazione questa associazione ha cooperato con l’Istituto statale d’Arte ora Liceo Artistico “G. Mazzatinti”. Juha Matti è uno dei tanti studenti che insieme ai loro insegnanti, soprattutto da Finlandia, Estonia, Lettonia e Spagna, ogni anno approdano a Gubbio per trascorrere un periodo a scuola o presso studi e aziende della città, grazie a finanziamenti europei.

Lo studente ha svolto il suo periodo di full immersion nel campo della fotografia, presso lo studio Aèdi di Gubbio, spazio di co-working nato con l’obiettivo di produrre e promuovere le arti visive, la fotografia, il design e la comunicazione. Sotto la competente e attenta guida dell’artista e fotografa Isabella Sannipoli, Juha Matti ha potuto realizzare un ampio reportage sulle tradizioni eugubine: la visita ai Sepolcri, la processione del Cristo Morto, i canti del Maggio, la discesa dei Ceri dal monte e i momenti i in taverna.