Il bellissimo gesto della famiglia Marsili

CITTÀ DI CASTELLO (Perugia) – Si è tenuta martedì 23 ottobre, nella sala Coli dell’Ospedale di Città di Castello, la conferenza stampa relativa alla donazione di strumentazioni sanitarie a favore del servizio di Oncologia, da parte della famiglia Marsili, in memoria di Patrizia, ex dipendente dell’ospedale e del fratello Fabio, entrambi deceduti prematuramente. Insieme al direttore generale della Usl Umbria 1, Andrea Casciari, sono intervenuti Silvio Pasqui, direttore del presidio Alto Tevere, Stefano Bravi, direttore del Dipartimento medico-oncologico e Simona Nanni, responsabile Po aspetti giuridici contabili atti amministrativi.

La donazione ha un valore complessivo di circa 50 mila euro e comprende:

  • 1 elettrocardiografo con centralina di monitoraggio e monitor dedicato: permette di far fronte a possibili situazioni di emergenza mediante l’acquisizione e memorizzazione continua del segnale elettrocardiografico durante l’infusione di farmaci potenzialmente cardiotossici, come accade in chemioterapia;
  • in pochi ospedali Italiani è presente tale strumentazione, che garantisce un aumento notevole della sicurezza del paziente;
  • 4 dispositivi per il controllo dei parametri corporei: utilizzati per il controllo e il monitoraggio di pressione arteriosa, frequenza cardiaca, saturazione non invasiva d’ossigeno e temperatura corporea: forniscono il dato in 1 minuto, consentendo ottimizzazione del lavoro degli operatori e miglioramento dell’organizzazione complessiva del lavoro;
  • 7 poltrone per il trattamento dei pazienti oncologici: completamente automatizzate elettronicamente, regolabili in altezza ed inclinazione per un maggior comfort al paziente.

«Esprimo un sentito ringraziamento alla famiglia Marsili – sottolinea Andrea Casciari – per la profonda vicinanza mostrata nei confronti dell’ospedale e per la sensibilità nel fornire un maggior sollievo alle persone in condizione di fragilità fisica e psicologica». «È per tutti motivo di orgoglio, aver conosciuto voi e la vostra splendida famiglia alla quale , insieme, rivolgiamo un sentito grazie, perché il gesto di oggi ci parla di un amore grande, amore per la vita», così ringrazia Simona Nanni.