La carta di credito è clonata ma il negoziante non ci casca e chiama la polizia postale

PERUGIA – Arrestata per aver provato a comprare l’ultimo modello di iPhone Xs, dal valore di circa 1.200 euro ma con i soldi di un altro.

È il risultato dell’ultima operazione dei poliziotti del Compartimento polizia postale e comunicazioni di Perugia, che nei giorni scorsi hanno eseguito l’arresto in flagranza di una giovane donna campana, residente in Toscana, che stava tentando di acquistare un Iphone XS utilizzando una carta di credito clonata.
L’arresto è avvenuto grazie ai dubbi sorti al gestore dell’esercizio commerciale il quale, accorgendosi di un’anomalia nella fattura della carta di credito esibita per il pagamento, ha allertato, in maniera da non destare sospetti, il personale di polizia, giunto sul posto in pochi minuti. L’intervento ha consentito, nell’immediatezza, di confermare sia la falsità della carta di credito, che dei documenti di identità esibiti dalla donna.
La perquisizione personale ha inoltre permesso di rinvenire un’ulteriore carta di credito, nonché il documento originale della ragazza sottoposta al controllo.
In considerazione dei suoi precedenti, d’intesa con la procura della Repubblica di Perugia, la giovane è stata tratta in arresto per utilizzo di carta di credito clonata e possesso di documento di identità valido per l’espatrio ritenuto falso.