Perugia, accusato di una rapina, esce di casa e si ubriaca

PERUGIA – Per una rapina finisce ai domiciliari, ma la sistemazione a casa del cugino evidentemente gli creava più problemi di una denuncia per evasione.

È così che un 29enne è uscito da quell’abitazione, si è ubriacato e si è fatto notare dai poliziotti della squadra volante che lo hanno fermato e denunciato. È successo a Ponte Valleceppi dove gli agenti, impegnati nei consueti servizi di controllo del territorio, hanno visto un uomo, abbastanza agitato e in stato di ebbrezza alcolica, che ha attirato la loro attenzione. Si sono avvicinati e l’uomo ha loro candidamente confessato di essere evaso dagli arresti domiciliari che sta scontando nell’abitazione di alcuni parenti con i quali non va d’accordo, chiedendo di poter continuare la sua detenzione in carcere piuttosto che in casa con i congiunti.

Accompagnato in questura per accertamenti, l’uomo è stato identificato per un 29enne marocchino, responsabile di una rapina nella zona di Bologna e, per tale reato, dopo la scarcerazione, sottoposto dal Tribunale di Bologna al regime degli arresti domiciliari da questi parenti a Ponte Valleceppi. Il 29enne è stato quindi denunciato all’autorità giudiziaria, in stato di libertà, per il reato di evasione: è tornato ai domiciliari.