L’ironico cantautore spoletino e la band di Foligno non convincono Fedez. E sui social è già tutto un #saveAsia

PERUGIA – È stato un «sì». Non all’unanimità, ma l’importante è passare. Nella prima, attesissima, puntata delle audizioni di X Factor (anche per via dello scandalo che ha travolto Asia Argento, che fino ai live di ottobre sarà presente in quanto le puntate sono state registrate in estate, ma poi il suo posto sarà preso da un altro giudice) Mattia Lezi da Spoleto e i Darsteller da Foligno passano il turno, ma dopo aver spaccato i giudici.

Il primo, cantautore laureato in Agraria, con un brano inedito e ironico dal titolo “L’orto” fa subito discutere Manuel Agnelli e Fedez. Per il cantante degli Afterhours è sì, per il rapper assolutamente no perché non vede un futuro discografico. Tocca alle donne: Asia Argento dice «sì» e l’ok definitivo arriva da Mara Maionchi.

I Darsteller arrivano invece con una rivisitazione di “Cuore Matto” di Little Tony e anche qui dividono la giuria. Asia Argento sentenzia «il bassista canta meglio del cantante», i colleghi al tavolo non possono che sottolineare come questo giudizio potrebbe portare spaccature nella band, ma alla fine dice sì. Allo stesso modo di Agnelli e Maionchi. Ancora una volta il no arriva da Fedez.
Intanto, sulla pagina Facebook di X Factor Italia è una valanga di richieste a mantenere Asia tra i giudici, dopo essersi dimostrata molto competente e aver incassato anche la solidarietà professionale di Manuel Agnelli. L’hashtag della serata è stato proprio #saveAsia.