Perugia, la rievocazione storica e la grande cena al parco: il programma e come partecipare

di Gino Goti

PERUGIA – Dopo il gigantesco Arco Etrusco realizzato da Renzo e dagli altri artigiani-artisti della Pro Ponte, issato su un carro e attrazione della sfilata del sabato, sarà un altro Arco Etrusco, questa volta “sbalzato” su metallo, opera dello spoletino Giacomo Cintio, ad attirare l’attenzione del pubblico di Velimna per la giornata conclusiva della 16^ edizione.

Ma ci saranno anche altre preziosità di artigiani provenienti da Chiusi, da Viterbo, da Volterra, da Cortona, da Cerveteri, da Tarquinia, da Firenze e da altre località etrusche da osservare al mercatino antico, coordinato da Roberta e disposto sul prato del Parco Verde di via della Scuola al centro di Ponte San Giovanni.
Dalle 10 si animerà l’accampamento etrusco con scene di vita quotidiana: mestieri, artigiani e vasai al lavoro, giochi, didattica, combattimenti, balletti. Sempre alle 10 estemporanea di pittura a tema etrusco, mentre ArcheoExpert curerà l’workshop di archeologia sperimentale culminante con la fusione del bronzo. Dalle 12 entrerà in funzione il “ristoro etrusco” con piatti tipicamente etruschi ma anche della tradizionale gastronomia umbra.

Nel pomeriggio corso di ceramica per ragazzi, spettacoli rievocativi con i gruppi “Antichi popoli” di Firenze e i “Rasenna” di Cerveteri e, alle 18, premiazione dei vincitori dell’estemporanea di pittura. E poi tutti pronti per la “Cena Etrusca al Parco”, trasferitasi, dal ponte coperto sul Tevere, al centro di Ponte S. Giovanni in una suggestiva scenografia creata dagli artisti di Velimna: una novità che ha già riscosso il consenso di un pubblico molto più numeroso degli scorsi anni a gratificare l’impegno del presidente Palmerini e dei consiglieri e collaboratori della Pro Ponte. Per la “cena al parco”, quota 25€, è obbligatoria la prenotazione: 346.7288815 – 338.9018764.