Gli appuntamenti con Giovanni Dozzini, Lucrezia Sarnari e Nicola Mariuccini. Spazio anche per poesia e cucina

PERUGIA – Ampio spazio agli autori umbri nella prossima edizione di Umbrialibri in programma dal 5 al 7 ottobre nelle sale del Complesso Monumentale di San Pietro.

Con gli appuntamenti dedicati agli scrittori che stanno conquistando le grandi case editrici nazionali con le loro opere. Si inizia venerdì 5 ottobre, alle 18.30, con il giornalista, traduttore e scrittore Giovanni Dozzini che presenterà in anteprima nazionale, insieme allo scrittore Matteo Nucci, il suo quarto romanzo, E Baboucar guidava la fila (Minimum Fax): la vicenda di quattro richiedenti asilo africani ambientata tra Umbria e Marche. «Una favola senza morale – anticipano gli organizzatori -, che affronta il tema delle migrazioni scegliendo di raccontare quello che viene dopo le traversate, la normalità inafferrabile di una vita dignitosa che segue ogni approdo e tutto quello che questa normalità contiene: le paure, i desideri, la rabbia, le nostalgie, riuscendo a ottenere alla fine quella particolare risonanza poetica che hanno soltanto le cose vere».

Sabato 6 ottobre alle 15 sarà la volta della giornalista marchigiana ma perugina d’adozione Lucrezia Sarnari, con il suo romanzo Dieci cose che avevo dimenticato (Rizzoli). Una storia al femminile che racconta di luoghi in cui il tempo ha ancora il valore di una volta e di donne alla ricerca della felicità, che smettono di vivere in apnea per lasciarsi alle spalle tutto ciò che le fagocita.
A Umbrialibri ci sarà poi Nicola Mariuccini, che nel suo ultimo romanzo Niňos, edito da Castelvecchi, racconta l’orrore della dittatura spagnola nella sua degradante quotidianità, dalle voci dei “bambini rubati” i quali, fra torture, miserie e follia, continuano ancora a sperare in un mondo più luminoso. Insieme a lui Carlo D’Amicis, nella cinquina del Premio Strega, domenica 7 ottobre alle 16.30.

Non solo letteratura, però, nella tre giorni editoriale ospitata nel Complesso Monumentale di San Pietro. Venerdì 5 ottobre, alle 17, spazio alla poesia d’autore con la presentazione di Cosa resta, di Walter Cremonte, edito da Aguaplano. Con l’autore intervengono Carlo Guerrini e Raffaele Marciano. E domenica 7 ottobre, alle 17, Marcello Catanelli presenterà Arcimboldo perugino. Potpourri gastronomico di storie e memorie (Morlacchi Editore), un viaggio (con prefazione di Lucio Biagioni) nella cucina tradizionale umbra.