Lo chiedono in una nota i consiglieri Gentiletti e Filipponi

TERNI – «Ci auguriamo che il Comune di Terni domani partecipi all’incontro in Regione e sottoscriva il protocollo attuativo della legge regionale contro l’omotransfobia». Lo scrivono in una nota, diffusa mercoledì 19 settembre, i consiglieri Alessandro Gentiletti (Sc) e Francesco Filipponi (Pd).

«Così come recita l’articolo 3 della Costituzione – continua la nota – è nostro compito rimuovere gli ostacoli che, limitando di fatto l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana. Qualora non fosse sottoscritto il predetto protocollo, il quale permetterebbe di combattere con strumenti adeguati la discriminazione ed il bullismo rivolte alle persone omosessuali, sarà nostro dovere mobilitarci. Chiediamo alla città di fare altrettanto e, superate le appartenenze politiche, di aiutarci a difendere e realizzare un irrinunciabile strumento di civiltà come quello posto dalla legge regionale».