La firma per far crescere il numero dei donatori con l’aiuto delle istituzioni

PERUGIA – Un protocollo per promuovere le donazioni di sangue in Umbria. È quello firmato nei giorni scorsi tra Avis regionale, Anci Umbria e Federsanità Anci Umbria.

Il protocollo d’intesa, come ha ricordato il presidente dell’Avis Andrea Marchini, «è lo strumento utile per promuovere una concreta partecipazione alle donazioni di sangue ed emoderivati, coinvolgendo tutte le istituzioni». Istituzioni che, come ha sottolineato il presidente dell’Anci Umbria Francesco De Rebotti, «si dovrebbero impegnare a sostenere tutte quelle iniziative necessarie ad accrescere la cultura della donazione e della partecipazione responsabile dei cittadini».

In Umbria le donazioni dal 2015 sono scese del 3,03 per cento, «quindi – è stato ribadito – è ancora più importante che si avvii un percorso di nuova sensibilizzazione soprattutto rivolta alle nuove generazioni al fine di raggiungere livelli di autosufficienza per la nostra regione». I firmatari hanno anche concordato di organizzare un‘iniziativa rivolta agli amministratori locali donatori perché si facciano tramite nei confronti dei loro colleghi per allargare il numero dei donatori attivi che al momento sono circa 200.

Entro la fine dell’anno 2018 verrà organizzata una manifestazione per coinvolgere tutti i livelli regionali delle istituzioni durante la quale verranno illustrate le azioni di promozione contenuto nell’accordo firmato in data odierna.

Il protocollo Avis-Anci-Federsanità e i dati sulla raccolta: https://bit.ly/2PSUPAh