Il libro di Gilberto Santucci e Sonia Montegiove presentato durante l’anteprima della fiera dedicata alla sostenibilità

PERUGIA – Educazione alla consapevolezza digitale, attraverso il confronto tra genitori e figli raccontato tra le divertenti righe di “Gnomeide: salvate le mamme e i papà”, il libro che sarà presentato giovedì 27 settembre, dalle 18.30, alla Biblioteca di San Matteo degli Armeni.

L’incontro è il terzo ed ultimo appuntamento della rassegna “Aspettando Fa’ la cosa giusta! Umbria 2018”, promossa da Arpa Umbria in collaborazione con gli organizzatori della Fiera che torna ad Umbriafiere di Bastia Umbra dal 12 al 14 ottobre. Il libro – che sarà presentato dai due autori Gilberto Santucci e Sonia Montegiove – affronta in modo originale il tema dell’educazione alla consapevolezza digitale, raccontando le osservazioni-esternazioni dei propri figli (gli “gnomi” Chiara e Francesco) sui social media. Al termine dell’incontro verrà offerto un aperitivo equosolidale a cura di Ponte Solidale.

Intanto, Fa’ la cosa giusta! in Umbria compie cinque anni. La fiera-evento nata 16 anni fa a Milano e arrivata in Umbria grazie al lavoro di Fair Lab e dell’associazione culturale Il Colibrì con la collaborazione di Regione Umbria, Comune di Bastia e Umbriafiere, festeggia dal 12 al 14 ottobre, all’interno di Umbriafiere, il suo quinto compleanno. Una formula unica che vede per tre giorni all’interno dei padiglioni fieristici prodotti e contenuti, commercio ma anche cultura, laboratori e incontri e che si rivolge ai cittadini consumatori proponendo soluzioni e prodotti sostenibili. Tante le novità presenti in questa edizione, esperienze e aziende provenienti da tutta Italia, oltre 250 stand divisi in 12 aree tematiche con prodotti in tutti i settori del vivere quotidiano, dall’abbigliamento alla cosmesi, dai servizi al food e con un’intera area dedicata ai piccoli. All’interno della fiera i visitatori potranno trovare tantissimi prodotti: la filiera della canapa italiana, il meglio dell’agroalimentare biologico, integratori naturali e benessere, nuove fibre applicate al tessile e al food, modelli virtuosi di assistenza sanitaria, nuovi sistemi di allevamento, social housing, arredamento sostenibile e design, risparmio energetico per casa e imprese, cosmesi naturale, nuovi prodotti vegan; abbigliamento e giochi naturali per i bambini.