«Stuprò e uccise Sheng Chang. Poi nascose il corpo al Trasimeno»: condannato a 6 anni e 10 mesi

Drogata, violentata e infine ammazzata. In carcere Lorenzo Perrone

PERUGIA – È stato arrestato, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso venerdì dall’Ufficio esecuzioni penali del tribunale Perugia, Lorenzo Perrone: ritenuto responsabile dell’omicidio della studentessa cinese Shen Chang, il cui corpo fu ritrovato a Monte del Lago (zona Trasimeno) il 13 luglio del 2013.

A portare in carcere l’operaio classe 1976 residente a Massa Carrara sono stati i carabinieri e i militari del Nucleo investigativo locale. La tesi dell’accusa – confermata dalla corte d’Appello di Perugia – è che l’uomo abbia prima drogato (con Mdma), poi violentato e infine ucciso la 19enne, arrivata in Italia, a Perugia, da neppure 6 mesi. Perrone dovrà scontare una pena residua di 6 anni e 10 mesi di carcere.