Stasera a Norcia: in piazza San Benedetto il concerto “Le cose più belle”

Con la partecipazione del celebre gruppo di percussionisti Tetraktis e di prestigiosi solisti del mondo del jazz e del teatro italiani

NORCIA (Perugia) – Stasera, alle 21, si terrà in piazza San Benedetto a Norcia il concerto “Le Cose più belle”, con l’esecuzione di Banda Sonora, progetto musicale ideato da Battista Lena, di cui è anche compositore. Il concerto vede la partecipazione della Banda Musicale «Città di Norcia» in collaborazione con la Banda Musicale di Bevagna, diretta dal Maestro Filippo Salemi, e la collaborazione della Banda dell’Istituto Musicale «Bonaventura Somma» di Chianciano Terme.

Parteciperà il celebre gruppo di percussionisti Tetraktis e prestigiosi solisti del mondo del jazz e del teatro italiani come Pedro Spallati, Marcello Di Leonardo, Andrea Ambrosi, Giampaolo Casati, Luciano Biondini e lo stesso Battista Lena. Il concerto, che era già stato eseguito con grande successo e partecipazione lo scorso maggio proprio a Norcia, è promosso dalla Fondazione Perugia Musica Classica Onlus in collaborazione con il Comune di Norcia è ed inserito nei progetti finanziati dalla Regione Umbria (per gli spettacoli dal vivo nei comuni del “cratere” del sisma del 2016). L’ingresso è libero e gratuito.

«Banda Sonora» è un progetto musicale ideato da Battista Lena nel 1996 e originariamente realizzato con la Banda Bonaventura Somma di Chianciano Terme, che in quell’occasione si unì a grandi musicisti quali Enrico Rava, Gabriele Mirabassi, Gianni Coscia, Enzo Pietropaoli e Marcello Di Leonardo. Presentato a Umbria Jazz nel 1997, divenne un disco per la prestigiosa etichetta francese Label Bleu vincendo lo “Choc de la musique” e il “Teleramà”. Fu anche protagonista di un documentario per la regia di Francesca Archibugi, «La strana storia di Banda Sonora» che fu presentato alla Mostra del Cinema di Venezia l’anno successivo, dove ottenne il premio «Jean Rouch» per il miglior documentario. «Banda Sonora» fu il primo episodio di un’esperienza di incontro fra musicisti amatoriali e grandi professionisti, che è attiva tutt’ora e che ha prodotto titoli come “I Cosmonauti Russi”, “Mille Corde”, “Ultimo Cielo”. Negli anni successivi il progetto fu presentato in tutta Europa e perfino in Cina rinnovando ogni volta l’entusiasmo di un incontro umano e musicale autentico con gruppi amatoriali diversi per provenienza, lingua, cultura.