Preso a Perugia: resterà in carcere per quasi due anni

PERUGIA – Ricercato, ma tranquillo. Tanto da andarsene a spasso per la città, al Bulagaio, dove alcuni poliziotti lo hanno notato, e hanno quindi deciso di fermarlo per un controllo. Già, perché gli agenti sulle prime erano convinti di trovarsi davanti a uno spacciatore, mica a un ricercato. La verità è venuta fuori dopo poche verifiche: sul 39enne, tunisino, pendeva un decreto di sospensione di ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dall’autorità giudiziaria nel mese di luglio. Scattate immediatamente le manette e trasportato a Capanne, l’uomo dovrà espiare la pena di anni 1, mesi 10, giorni 9 e multa di euro 14.000 per reati in materia di stupefacenti.