Bori e Bistocchi (Pd): «Giusto rivedere le linee degli autobus in estate, quando l’utenza diminuisce. Ma il Comune è andato oltre….»

“Come ogni anno, all’approssimarsi dell’estate, le linee degli autobus vengono riviste e ridotte nell’ottica di una minor utenza dovuta principalmente alla sospensione delle lezioni in scuole e/o università. A differenza degli anni precedenti, però, quest’estate il Comune di Perugia ha optato per un taglio drastico del servizio, andando in alcuni casi ad isolare interi quartieri della città. Abbiamo già denunciato le difficoltà ed i disagi che stanno subendo gli abitanti di varie zone della città, ad oggi isolati tanto dall’essere costretti a portare avanti una raccolta firme sperando che questa decisione dell’amministrazione venga rivista al più presto”.

“In questo quadro già critico, si aggiunge una criticità segnalata in questi giorni da tantissimi cittadini. Infatti dal 30 luglio al 13 agosto il Minimetrò resterà chiuso per i lavori di manutenzione. Anche in questo caso, però, la Giunta Romizi ha optato per una gestione molto differente rispetto al passato su come gestire l’interruzione del servizio, che negli anni precedenti ha sempre cercato di andare incontro alle esigenze dei cittadini e dei turisti, assicurando comunque una buona qualità del servizio. Infatti, oltre ad aver anticipato il periodo di chiusura che, quindi, coincide con giorni di fine luglio durante i quali ancora molte persone non sono in ferie e continuano ad aver bisogno dei mezzi pubblici per recarsi in ufficio, non è stato predisposto alcun servizio di navette sostitutive. Gli utenti devono quindi prendere, come lo stesso Comune indica nella comunicazione di chiusura dell’impianto, gli autobus di linea. Ma le linee sono pochissime ed i tempi di attesa tra una corsa e l’altra sono molto dilatati, i cittadini, gli anziani, le famiglie, i lavoratori ed i turisti che necessitano dei mezzi pubblici sono tanti. . Il risultato è evidentemente disastroso: gente che ha difficoltà a sapere quando passeranno gli autobus e che è costretta ad aspettare anche molto a lungo sotto il sole, autobus strapieni di persone in giornate davvero caldissime (per gli anziani è particolarmente rischioso e problematico), soggetti con disabilità che hanno tantissime difficoltà di mobilità”.

“La gestione che la Giunta Romizi sta portando avanti in questi giorni conferma la mancanza di attenzione nei confronti dei cittadini e rispecchia un governo della città che, in questi 4 anni, non ha mai avuto una visione complessiva di Perugia, non hai mai pensato questa città in maniera innovativa, amministrando, al contrario, all’emergenza ed a scapito dei servizi, ormai ridotti ai minimi storici. Il trasporto pubblico locale è un tema prioritario, è un servizio che deve essere sostenibile e all’avanguardia. Questa amministrazione non ha voluto investire niente neanche nella mobilità notturna, che dovrebbe essere un punto fermo nella gestione di una città universitaria come la nostra. Come gruppo del PD abbiamo chiesto un consiglio aperto sui temi dell’accessibilità, della mobilità e della sosta in centro storico, che si terrà nel pomeriggio di giovedì 30 agosto presso Palazzo dei Priori. Riteniamo, infatti, prioritario affrontare pubblicamente tali tematiche e soprattutto in maniera partecipata con la cittadinanza. Non si può pensare di governare Perugia senza una condivisione su servizi e questioni così importanti”.