Ostetricia: agosto, specializzando mio non ti conosco

POLE POLITIK di MARCO BRUNACCI | E Medicina è il fronte avanzato delle manovre estive sull’Università: il candidato rettore Elisei non segna un punto, Oliviero, dalla barca, incassa Talesa con tutti i bistoniani e trequarti di Odontoiatria

di Marco Brunacci

PERUGIA Le liti alla ex facoltà di Medicina non vanno in ferie. E dove non c’entra l’Università basta l’ospedale ad aizzare i rivali. L’ultimo colpo lo batte Ostetricia e Ginecologia.

Il tamburo rulla che i leader maximi Di Renzo e Gerli (probabilmente per cancellare l’onta presunta di un cartello comparso in reparto) avrebbero deciso di togliere alla struttura l’apporto degli specializzandi, che uno normale non ci crede, viste tutte le esigenze dei reperti, ma poi deve arrendersi alle quotidiane realtà che superano ogni fantasia. Appena si conosceranno altri particolari della sconcertante vicenda pronti a renderli noti. Tutti in allerta.
Non di sola Ostetricia vive il gossip politico sulla corsa a rettore. A Medicina, il candidato Elisei continua a non segnare un punto neanche per sbaglio, mentre il candidato Oliviero, che fa finta di rilassarsi in barca ma non molla whats app neanche un momento, continua la campagna acquisti. Ha dalla sua Talesa e tutti i talesiani, Bistoni e tutti i bistoniani, Lomurno e tutti i suoi alleati, con Ricci al seguito. Roba che Cianetti scompare con il suo piccolo regno, sempre più ridotto.
Un tocco della nouvelle vague di Oliviero si intravede anche negli atteggiamenti posti in essere dal monarca di Solomeo e suo sodale, ancorchè imprenditore di successo, Cucinelli. Cinque anni fa sarebbe stato non facile da immaginare l’Oliviero dialogante di oggi, esattamente come nessuno avrebbe mai immaginato un Cucinelli che prende un premio a Torgiano insieme con lo schivo e riservato Margaritelli (mister Listone Giordano), che al pari dell’Umanista della collina di Corciano, ha gettato il cuore oltre l’ostacolo per diventare Mecenate, acquistando un Pinturicchio.
In verità i due industriali amici dell’arte verranno premiati separatamente, ma il riconoscimento è unico. Una nuova, francescana stagione delle intese ha preso il via. In autunno si attendono altre sorprese.