Occhio quando acquistate online: ecco come hanno truffato due umbri

A rimetterci una donna di Gualdo Tadino e un uomo di Gubbio. Denunciati un 43enne torinese e un napoletano di 23 anni

GUBBIO (Perugia) – Acquisti online: sempre più facili, veloci, diffusi. Ma anche – purtroppo – sempre più mezzo attraverso cui furbetti e truffatori riescono a mettere in atto i propri raggiri. È quanto capitato poco tempo fa a un uomo di Gubbio e a una donna di Gualdo Tadino: entrambi truffati, via ricarica su carta prepagata, con il vecchio metodo del “prendi i soldi e scappa”.

L’eugubino aveva adocchiato su un noto sito di compravendite tra privati un un carrello da trasporto per auto a un prezzo da affare, 370 euro. Il malcapitato è stato indotto, dopo uno scambio di mail per concordare l’acquisto, a versare su una postepay la somma indicata senza però mai ricevere la merce richiesta. Dall’altra parte del monitor, un torinese del 1975 che è stato prontamente individuato e denunciato dai carabinieri di Gubbio. Stessa sorte toccata a un napoletano del 1995, che ha convinto una donna di Gualdo Tadino a versare 450 euro sulla sua prepagata per stipulare una fantomatica assicurazione dal costo decisamente competitivo. Peccato, naturalmente, che fosse tutta una messinscena.

«L’acquisto sul web non va demonizzato, ma i Carabinieri raccomandano la massima prudenza e cautela durante la navigazione internet, specie se si incappa in acquisti troppo convenienti», scrivono i militari in una nota.