I due consiglieri dem: «Vietato arretrare sul fronte dell’obbligo vaccinale. In gioco c’è la salute dei bambini e di chi è più debole»

di Carla Casciari e Giacomo Leonelli*
(riceviamo e pubblichiamo)

UMBRIA – La salute pubblica non deve essere un argomento di propaganda politica, la scienza e le conquiste ottenute in anni di ricerca non possono essere oggetto di approssimazione, la necessità delle vaccinazioni non può diventare un terreno su cui lucrare solo per accaparrarsi qualche voto in più. Concedere ad una minoranza di genitori che sono contrari alle vaccinazioni la proroga per l’accesso alle scuole, rinviando al prossimo anno scolastico l’assolvimento dell’obbligo delle vaccinazioni, è l’ennesima scappatoia che dimostra come gli attuali governanti non hanno alcun interesse per la salute pubblica, né rispetto per la conoscenza scientifica e per le certezze che da essa derivano.

In tempi non sospetti avevamo presentato una proposta di legge regionale per introdurre l’obbligo vaccinale quale requisito per l’ingresso ai servizi per l’infanzia, un provvedimento superato dall’entrata in vigore delle norme nazionali in materia, quindi appoggeremo senza esitazioni ogni iniziativa della Giunta Regionale, anche legislativa, che vorrà intervenire per salvaguardare la salute dei bambini e della popolazione regionale nell’unico interesse di tutelare le persone più fragili e tutti coloro che non possono vaccinarsi.

*Consiglieri regionali Partito democratico