Kim Kardashian non chiama la figlia col nome che lei stessa ha scelto: «Non suona bene»

Il nome è un tributo a Kanye West

I nove mesi di tempo che ha avuto per pensarci, evidentemente, non sono bastati per fugare ogni dubbio. Tanto che ancora oggi Kim Kardashian mostra più di una perplessità sul nome da lei scelto per la piccola Chicago.

La bambina è nata lo scorso gennaio e adesso la star dei reality ha spiegato in un’intervista di non chiamarla così perché «Chicago per me è un nome troppo lungo e non suona bene». Il nome voleva essere un tributo alla città in cui è cresciuto Kanye West, ma il dubbio di aver «scelto male» è forte in Kim, che ha aggiunto di chiamare la piccola soltanto “Chi”, pronunciato come la parola timido, “shy”.