L’operazione della guardia di finanza di Perugia contro il traffico di droga

PERUGIA – Ha ingerito ovuli di eroina per un valore di ben 100mila euro, ma il suo nervosismo lo ha tradito ed è finito in arresto.

È il risultato dell’operazione dei finanzieri del comando provinciale di Perugia che hanno inferto un nuovo colpo alle consorterie criminali che infestano il territorio perugino con lo spaccio di sostanze stupefacenti.
A farne le spese è stato un cittadino di origini nigeriane, proveniente in treno dal Nord Italia e caduto nelle maglie di un serrato dispositivo di controllo predisposto dalle fiamme gialle, anche con le unità cinofile, soprattutto nei pressi dei parchi cittadini.
Sebbene dal primo esame non fossero emerse irregolarità, il comportamento insolito e nervoso del nigeriano ha insospettito i finanzieri che hanno deciso di approfondire il controllo.
L’uomo è stato accompagnato in ospedale per essere sottoposto ad esami radiografici, da cui è risultato come avesse ingerito 14 ovuli di eroina purissima, pari a 170 grammi. Sul mercato, la sostanza avrebbe permesso di confezionare circa 3.400 dosi e garantito alle associazioni criminali guadagni per oltre 100mila euro.
Su disposizione della procura della Repubblica di Perugia, le fiamme gialle hanno proceduto all’arresto del corriere, che è stato immediatamente portato nel carcere di Capanne.