Comune e Proloco ringraziano i proprietari degli spazi messi a disposizione. Custodi: «Spero privati sensibili a evento aumentino»

CORCIANO (Perugia) – «Credo che la promozione del nostro Festival veicoli anche i valori di una comunità attenta alla valorizzazione del borgo come cornice ideale per la promozione di eventi e manifestazioni culturali». Lo ha sottolineato Marta Custodi, assessore alle attività culturali del Comune di Corciano incontrando nella sede municipale, insieme al Presidente della Proloco Antonio Pagana, i proprietari degli spazi messi a disposizione di Corciano Festival per ospitare mostre e laboratori.

L’organizzazione dell’appuntamento, giunto alla 54esima edizione in corso fino al 15 agosto, infatti, ha voluto omaggiare con ingressi omaggio per concerti o spettacoli teatrali quei corcianesi sensibili alla filosofia del Festival che prima ancora di essere rivolto a terzi, andrebbe sentito come “della” comunità e, in quanto tale, vissuto a tutto tondo. Valorizzare la manifestazione, pertanto, è stato detto, significa costruire attorno ad essa tanti eventi collaterali, come le mostre appunto, che trovano la loro cornice ideale nei locali di proprietà privata – e ce ne sono davvero di molto belli – posti lungo il corso e le vie dell’acropoli.

Nel ringraziare, pertanto, gli otto proprietari presenti all’incontro, l’assessore ha auspicato che ad essi se ne possano aggiungere altri, perché recuperare spazi non pubblici, da destinare ad eventi a corredo, è un modo per amplificare la portata e la vivacità degli appuntamenti principali. Presenti all’incontro anche i dipendenti comunali Giovanna Rotondo, Ubaldo Cappannelli e Alberto Trombetta, ai quali l’assessore si è rivolto direttamente, sottolineando «voglio ringraziare anche i dipendenti dell’ufficio cultura per l’impegno profuso, la disponibilità e la collaborazione alla realizzazione degli eventi, oltre ovviamente a tutti coloro che, a diverso titolo, collaborano con la Proloco».