Il clou della manifestazione alla scoperta di Medioevo e Rinascimento. Tanta musica e lunedì si presenta anche il libro sull’omicidio Pecorelli

CORCIANO (Perugia) – Al Corciano festival, fino al 15 agosto, ancora musica, spettacoli, cibo e giochi per immergersi nelle atmosfere del Medioevo e Rinascimento.

Si comincia lunedì 13 agosto alle 21.30 con le Serenate dei Menestrelli in cui i Menestrelli di Corciano con dolci serenate per le vie del centro storico sotto finestre e balconi per poi ritrovarsi tutti in piazza a festeggiare al suono di cornamuse e tamburelli danzando e cantando in una suggestiva atmosfera rinascimentale. Cene animate dai giovani corcianesi, elaborazione testi di Chiara Nucci, coreografie di Antonietta Battistoni, Benedetta Morari e Ilaria Spurio Passamonti, direzione musicale di Giovanni Brugnami, regia di Chiara Donà.

Le ‘giornate medievali’ proseguono il 14 agosto con la Quattrocentesca Processione del Lume, in cui clero, valletti, magistrati, corporazioni delle Arti e dei Mestieri, tamburini e popolani sfilano per le vie del Borgo al canto di laudi medievali e orazioni latine, per terminare mercoledì 15 agosto quando il Festival si animerà con il Corteo del Gonfalone di cui ricorre il cinquantesimo anno e che vedrà oltre 300 figuranti sfilare dal convento di Sant’Agostino alla Piazza Coragino portando in processione solenne la riproduzione del Gonfalone di Benedetto Bonfigli (1472).

Altri appuntamenti di lunedì 13 agosto: alle ore 18.30 al Chiostro del Palazzo del Comune, Alvaro Fiorucci e Raffaele Guadagno presentano Il divo e il giornalista (Morlacchi), libro indagine sul processo a Mino Pecorelli e sul ruolo di Giulio Andreotti in una delle vicende più torbide della storia dell’Italia repubblicana. Interverrà Giovanni Dozzini.

serenataDeiMenestrelli5388-1

Ai Giardini del Torrione di Porta Santa Maria alle 19 apre l’Hostaria e il dj set The sound of the sunset con il dj Sesè e la serata continua alle 22.30 con Spazio ai giovani… sulla strada del successo
 e la cantante Selene Capitanucci.
A partire dalle 20 l’apertura della Taverna del Duca che proporrà una cena con i presidi Slow Food e le eccellenze dell’Umbria per gustare cibo di qualità e prodotti a km 0. Durante i giorni delle rievocazioni, proprio in occasione dei 50 anni del Corteo storico del Gonfalone, nel menù sarà possibile trovare anche delle portate “storiche” studiate e realizzate dalla Comunità di Terra Madre delle cuoche popolari dell’Umbria di Slow Food: “principii”, “brodetti”, “lasagne”, ”plattigio di carne o pesce”, “confetti, pinoccate, biscotti ducali”, ippocrasso e tisane.

Alle 21.30 nell’Area ex Colonia, ACCA Associazione Culturale Corcianese Astrofili presenta “Le costellazioni e i pianeti”, osservazione del cielo ad occhio nudo e con il telescopio.

Le mostre del Corciano Festival | “Communitas et homines insignis oppidi curtiani. Il Corteo storico del Gonfalone: 50 anni in 50 immagini” a cura di Alessandra Tiroli e Cinzia Verni, nella Sala dell’Antico Mulino, dal 4 al 15 agosto. Fino al 16 settembre nella Chiesa-Museo di San Francesco, “L’ITALIA DI MEZZO
La Cartografia storica
del centro Italia dal XVI al XIX secolo” a cura di Carla Cicioni e Piero Giorgi. Per tutta la durata del Festival il centro storico sarà inoltre arricchito dal percorso espositivo “Tra Arti e Mestieri” composto da botteghe di arti e artigianato artistico curato da Cinzia Verni. E ancora, all’Antiquarium sarà possibile visitare “Incontri tra culture” a cura e di
Pietro Marchioni. Orario apertura mostre: dal 4 al 15 agosto, giorni feriali 18.00-23.00, sabato e domenica 10.00-13.00/18.00-23.00

Per informazioni e prenotazioni: Tel. 075 5188255 – 260 – infopoint@comune.corciano.pg.it