Dopo un anno di stop, due giorni di esibizioni e spettacoli equestri. Tutte le novità

CITTÀ DI CASTELLO (Perugia) – Dopo un anno di stop, tutto pronto per la Mostra nazionale del cavallo che torna con un “evento-zero” sabato 8 e domenica 9 settembre.

Un appuntamento che anticipa la 51esima edizione del 2019, iniziando a mettere a punto le novità che caratterizzeranno formula e logistica del nuovo corso della rassegna.
Il principale cambiamento riguarderà la sede, che sarà alle porte del centro storico tifernate, a ridosso dei monumenti principali della città: il parco Alexander Langer, con la vasta area circostante dell’ansa del Tevere, accoglierà i cavalli, le attrazioni e gli appuntamenti protagonisti di un programma che punterà a ristabilire lo storico legame tra la kermesse e gli appassionati.
Con alle spalle i soci Comune di Città di Castello, Regione Umbria e Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, l’Associazione Mostra Nazionale del Cavallo del presidente Domenico Duranti ha affidato l’organizzazione dell’evento all’imprenditore tifernate Marcello Euro Cavargini, espressione della cordata di privati che affiancherà con idee e disponibilità economiche i soggetti pubblici promotori dell’iniziativa, ai quali ha assicurato il proprio supporto anche il Comitato Regionale Fise Umbria con la presidente Mirella Bianconi Ponti.

Gli spettacoli equestri firmati da Nico Belloni, con gli artisti dei prestigiosi tour mondiali “Apassionata” e “Cavalluna”, il Campionato Regionale Umbro di Endurance valevole per la Coppa delle Regioni 2018 Fise, che omaggerà l’Umbria detentrice del titolo e ai vertici nazionali della disciplina con i propri alfieri, e le competizioni di attacchi sportivi sotto l’egida del Comitato Regionale Fise Umbria saranno tra i principali motivi di interesse di una manifestazione che riserverà, come nella sua tradizione, grande attenzione anche ai bambini, con il battesimo del pony all’insegna dell’innovativo metodo Feel.
Con l’“evento-zero” di settembre la Mostra Nazionale del Cavallo darà un primo segnale di rinascita e avvierà un percorso verso la 51esima edizione che sarà scandito da eventi e iniziative nella nuova sede del Parco Langer e punterà a offrire l’opportunità di vivere tutto l’anno la passione per il cavallo.