«Attraverso un momento di particolare difficoltà economica», dirà ai poliziotti

ASSISI (Perugia) – Lo hanno beccato mentre rubava 20 chili di rame nel cimitero di Capodacqua, i poliziotti del commissariato di Assisi. E quando lo hanno sorpreso, e quando poi lo hanno identificato sono rimasti di sasso. Perché il 31enne sembrava tutto fuorché un ladro di professione: incensurato, un lavoro stabile, agli agenti più tardi dichiarerà di trovarsi in un momento di particolare difficoltà economica. Voleva prendere quelle canaline, rivenderle, e fare qualche soldo.

Quando i poliziotti lo hanno fermato, gli hanno trovato addosso una torcia, le cesoie con cui aveva tagliato la catena del cancello di accesso e un coltello a serramanico con lama di 10 cm. L’uomo è stato arrestato per tentato furto aggravato, convalidato in sede di udienza per direttissima, senza l’emissione di alcuna misura restrittiva nei suoi confronti.