Tutto pronto per la sesta edizione del festival, tra Frontone, Sant’Ercolano e Galleria nazionale. Aprono Carl Brave x Franco 126. C’è anche  Max Collini degli Offlaga Disco Pax

PERUGIA – Tutto pronto per la sesta edizione de L’Umbria che spacca, il festival in programma dal 6 all’8 luglio e che si aprirà ai Giardini del Frontone con il live del duo rap romano Carl Brave x Franco 126 in cima a tutte le classifiche.

Una vera chicca in cartellone che la manifestazione, spiegano gli organizzatori, si è assicurata in esclusiva regionale. In totale oltre 30 band e artisti umbri sotto i riflettori con la migliore musica in circolazione a livello locale, nazionale e internazionale: il rock degli Zen Circus e della band inglese The Subways completa il cartellone degli artisti di punta.

La manifestazione ritorna soprattutto nella splendida cornice dei Giardini del Frontone, ma anche in altri luoghi di Perugia come la Galleria nazionale dell’Umbria con un palco intimo ed acustico (cambio di programma per il 7 luglio con Max Collini al posto di Umberto Maria Giardini) e la piazza in fondo alle scalette di Sant’Ercolano, per i talk pomeridiani che ora completano il cartellone del festival con l’annuncio dei tre appuntamenti.

L’Umbria che parla a Sant’Ercolano

Mentre ai giardini del Frontone e alla Galleria nazionale si suona, sulle scalette di Sant’Ercolano si parla. Al festival ci sarà quindi anche un “extra stage” chiamato ‘L’Umbria che parla’. Sviluppato in collaborazione con Borgo Bello ed Edicola 518 (Associazione Emergenze), sarà caratterizzato da incontri tematici e talk che si svolgeranno a margine del festival, a partire dalle ore 19 e durante tutti e tre i giorni. Luogo scelto è la piazza in fondo alle scalette di Sant’Ercolano nei pressi dell’Edicola 518. Ecco il programma completo: venerdì 6 luglio Link2Universe presenta: “Perché Meravigliarci? I paesaggi e posti più assurdi e belli nel Sistema Solare”; sabato 7 luglio Liomatic presenta: “Il ritmo della pausa 4.0”; domenica 8 luglio la Compagnia Indipendente dei Giovani Umbri: “Lo spazio vivo, conversazione-racconto sulle tecniche di sopravvivenza del teatro nel mondo, in Italia ed in Umbria”.

Artisti di punta

Il palco principale ai Giardini del Frontone sarà il cuore dell’evento. Il 6 luglio la partenza sarà infuocata visto che ospiti di punta saranno Carl Brave x Franco 126, duo rap romano ai vertici delle classifiche musicali con il disco tra i più venduti in Italia al momento. Carl Brave e Franco126, prima amici che musicisti, con il loro album d’esordio ‘Polaroid’ hanno conquistato il pubblico con velocità istantanea: decretato disco del 2017 da Rolling Stone e certificato disco d’oro, ha sancito un successo che si è tradotto in veri e propri bagli di folla durante i concerti. Ora Carl Brave x Franco126 sono pronti per una nuova serie di appuntamenti live che si preannunciano imperdibili e ricchi di sorprese. Ad accompagnarli dal vivo una “big band”, sempre più solida e abile nel vestire i brani dei “due fiori cresciuti in mezzo ai sanpietrini” di un sound ancora più denso e grondante groove. Quella di Perugia sarà l’unica data umbra del tour (unico evento a pagamento, prezzo 20 euro + d.p, prevendite: https://bit.ly/2jEaUM9).

Gli Zen Circus infuocheranno la serata del sabato, ad ingresso libero. Il 7 luglio saranno quindi loro a chiudere la giornata per un live da non perdere. Dopo il successo del tour indoor e la partecipazione al Concerto del Primo Maggio di Piazza San Giovanni a Roma, gli Zen Circus fanno tappa anche a Perugia con il loro tour estivo per presentare l’ultimo album “Il fuoco in una stanza” (Woodworm Label/La Tempesta). Un’occasione per godere dal vivo dell’energia trascinante della band, che continua a conquistare un folto pubblico a conferma della potenza espressiva e della forza catartica che gli Zen Circus, da veri artigiani della musica, riescono a creare salendo sul palco.

La chiusura del festival vedrà come headliner la band inglese The Subways, in concerto gratuito domenica 8 luglio. Il terzetto composto da Billy Lunn (voce e chitarra), Charlotte Cooper (voce e basso) e Josh Morgan (batteria) è una delle live band più interessanti in circolazione: con il loro sound esplosivo e le loro performance adrenaliniche travolgono le folle generando circle pits, stage diving e ondate di crowd surfing. Ogni loro esibizione è un vero rock’n’roll party, caratteristica che gli ha permesso, negli anni, di calcare i main stage di più di 100 festival internazionali in 20 stati diversi. Giovanissimi ma forti di più di dieci anni di carriera i The Subways sono pronti a esibirsi con l’energia che li contraddistingue sin dagli esordi, per regalare una serata di emozioni e divertimento.

Galleria che spacca

Max Collini, voce narrante degli Offlaga Disco Pax, sarà protagonista della giornata di sabato 7 luglio all’interno della Galleria Nazionale dell’Umbria al posto di Umberto Maria Giardini che per motivi personali non potrà essere al festival come precedentemente annunciato. È questo l’aggiornamento per la sezione ‘Galleria che spacca’, la principale novità de ‘L’Umbria che spacca’ con un palco più intimo e adatto alla location dove sarà allestito. Tanta musica di qualità quindi anche dentro la Galleria nazionale per un mix suggestivo di arte e note per tutti e tre i giorni di festival. La formula sarà sempre la stessa, visita guidata (ore 17) alla collezione della Galleria, concerto acustico (ore 18.15) in sala Podiani e a seguire aperitivo di chiusura offerto dall’organizzazione. Si inizia il 6 luglio con Wu Ming ed Egle Sommacal (Massimo Volume) per poi proseguire il 7 luglio con Max Collini e infine l’8 luglio con Paolo Benvegnù. Gli artisti a loro modo, durante la visita guidata commenteranno i quadri e le opere in mostra, dopo la “critica” più tradizionale che sarà a cura del direttore della Galleria Marco Pierini. Gli appuntamenti, tutti gratuiti, sono ad oggi già SOLD OUT.

Band umbre

Punto cardine dell’edizione 2018 saranno, come sempre, le eccellenze musicali umbre. L’attaccamento alla propria regione da parte del festival è quindi evidente anche in questa sesta edizione del festival, con l’associazione Roghers Staff che ha infatti riproposto il ‘Coopntest’ (in collaborazione con Coop centro Italia, main sponsor dell’evento), il contest che dà la possibilità ad artisti e band umbri di esibirsi sul palco de ‘L’Umbria che spacca’ in apertura agli headliner. Oltre 100 le band che hanno compilato il form sul sito ufficiale del festival a dimostrazione di un’Umbria musicale molto viva. In totale sono 24 le band che si esibiranno, tra quelle del ‘Coopntest’, quelle provenienti dall’Unimusic (il concorso per band e producer universitari curato dall’Adisu) e quelle promosse da RedBull Music: My girl is retro, Melancholia, D-verse, Dexter, Momi, Fab mayday, Nur, Sara jane ceccarelli, Elephant brain, Dead poets society, Eezu, Orchestrina tirabusson, Lagoona, Heavy wood, Cieli di turner; Ahotaki, Cerku, Mr loud, Lilith, Giuseppe Avarello, The najal, Arashi, Joe, Swoosh.

L’Umbria che spacca

La sesta edizione de ‘L’Umbria che Spacca’ è organizzata dall’associazione culturale Roghers Staff con il patrocinio della Regione Umbria, del Comune di Perugia, dell’Adisu e in collaborazione con la Galleria Nazionale dell’Umbria, l’Associazione Culturale Borgo Bello, il collettivo dell’Edicola 518 e gli sponsor: Coop Centro Italia (main sponsor), Mastri Birrai Umbri e Liomatic.

‘L’Umbria che spacca’ è un festival in continua evoluzione che sente forte l’esigenza di offrire un programma variegato e di qualità: concerti (2 palchi in contemporanea nel giardino della città nel cuore di Borgo XX Giugno, quello principale e quello del RedBull Tour Bus con oltre 30 artisti umbri, italiani e stranieri; 1 palco alla Galleria nazionale dell’Umbria), talk (1 palco nella piazza in fondo alle scalette di Sant’Ercolano), food & beverage 100% made in Umbria (durante i tre giorni di festival sarà la birra dei Mastri Birrai Umbri ed i taglieri della Bottega di Perugia a garantire la provenienza a km 0 di tutto il servizio catering del festival). Tutto questo in pieno centro storico a Perugia.

Il programma

Venerdì 6 luglio

PALCO UMBRIA CHE SPACCA (Frontone)
– My girl is retro
– Melancholia
– D-verse
– Carl Brave x Franco 126

PALCO REDBULL TOUR BUS (Frontone)
– Dexter
– Momi
– Fab mayday
– Arashi (band promossa LiveIt con Redbull Music)

PALCO L’UMBRIA CHE PARLA (scalette Sant’Ercolano)
– Link2Universe: “Perché Meravigliarci? I paesaggi e posti più assurdi e belli nel Sistema Solare”

PALCO GALLERIA CHE SPACCA (Galleria nazionale dell’Umbria)
– Wu ming + Egle Sommacal

Sabato 7 luglio

PALCO UMBRIA CHE SPACCA (Frontone)
– Nur
– Sara jane ceccarelli
– Elephant brain
– The zen circus

PALCO REDBULL TOUR BUS (Frontone)
– Dead poet society
– Eezu
– Orchestrina tirabusson
– Joe (band promossa LiveIt con Redbull Music)

PALCO L’UMBRIA CHE PARLA (scalette Sant’Ercolano)
– Liomatic: “Il ritmo della pausa 4.0”

PALCO GALLERIA CHE SPACCA (Galleria nazionale dell’Umbria)
– Max Collini

Domenica 8 luglio

PALCO UMBRIA CHE SPACCA (Frontone)
– Ahotaki (concorso Unimusic)
– Cerku (concorso Unimusic)
– Mr loud (Concorso Unimusic)
– Lagoona
– Heavy wood
– Cieli di turner
– The subways

PALCO REDBULL TOUR BUS (Frontone)
– Lilith (concorso Unimusic)
– Giuseppe Avarello (concorso Unimusic)
– The najal (concorso Unimusi)
– Swoosh (band promossa LiveIt con Redbull Music)

PALCO L’UMBRIA CHE PARLA (scalette Sant’Ercolano)
– Compagnia Indipendente dei Giovani Umbri: “Lo spazio vivo, conversazione-racconto sulle tecniche di sopravvivenza del teatro nel mondo, in Italia ed in Umbria”

PALCO GALLERIA CHE SPACCA (Galleria nazionale dell’Umbria)
– Paolo Benvegnù

Per informazioni: www.umbriachespacca.it – www.facebook.com/UmbriaCheSpacca/ – www.instagram.com/umbriachespacca/ – twitter.com/umbriachespacca – umbriachespacca@gmail.com