Morto per asfissia: nessuna pista è esclusa, indagano i carabinieri

UMBERTIDE (Perugia) – Le fiamme divampate questa notte in un capannone non distante dal centro islamico di via Battisti hanno restituito il corpo carbonizzato di un uomo. L’incendio, del quale ancora non può essere esclusa la natura dolosa, è divampato prima della mezzanotte. E sono stati i vigili del fuoco, quelli di Umbertide e Città di Castello accorsi per spegnere le fiamme, a scoprire il cadavere. L’uomo, uno straniero, stando alle primissime ipotesi sarebbe morto per asfissia. Saranno i carabinieri a ricostruire l’esatta dinamica dei fatti, forse collegati a una lite scoppiata tra due persone poco prima che le fiamme divorassero lo stabile.