Terni, evacuate 11mila persone in attesa che la bomba sia fatta brillare

Il grande esodo

TERNI – Qualcuno probabilmente è andato al mare. Qualcun altro è restato in città, comunque a debita distanza dal punto in cui oggi artificieri e personale addetto faranno brillare la bomba, inesplosa, rinvenuta giorni fa nella frazione di Cesi. Undicimila e rotti ternani stamattina hanno dato vita a un vero e proprio esodo: numerosissime le vie tra Borgo Rivo, Gabelletta, Stazione di Cesi e Campomaggiore evacuate. E le manovre dell’esercito possono iniziare.

Il centro di coordinamento delle operazioni è stato allestito nel Pala Tennis Tavolo. Chi non ha trova ospitalità da amici e parenti si è registrato sul posto, dove troverà assistenza e potrà pure pranzare. «Il Comune e la Protezione Civile, inoltre, hanno predisposto tre presidi medici avanzati (Pma), dove saranno presenti un medico, una autoambulanza, un defibrillatore e personale sanitario di primo soccorso in tre diverse zone: Palatennistavolo Aldo De Santis in via Italo Ferri, 10; Parcheggio del campo sportivo in viale Regina Elena a Cesi; Limiti del confine comunale Gabelletta Acquavogliera», scrive Terninrete.

Centinaia gli uomini e le donne della protezione civile, locale e regionale, dei carabinieri, della polizia e dei vigili del fuoco impegnati affinché tutto si svolga in maniera regolare.