Scoperto grazie a un passante che ha avvertito la polizia

ASSISI (Perugia) – Voleva provare l’arma appena comprata. E per farlo ha pensato bene, anzi male, di andare a sparare a piccioni e germani lungo le sponde del Chiascio. Davvero una pessima idea quella del 48enne rumeno, denunciato nei giorni scorsi per procurato allarme dalla polizia del commissariato di Assisi. Un passante lo ha visto sotto un ponte con la carabina nelle mani, ricostruisce la questura. E quando gli è andato a chiedere spiegazioni si è sentito rispondere, candidamente, che voleva sparare ai volatili per testare il nuovo acquisto. Intuita la contrarietà suscitata nel suo interlocutore, ha riposto l’arma e se ne è andato, non potendo però impedire che l’altro appuntasse il numero di targa e lo comunicasse alla polizia.

Arrivati sul posto, gli agenti hanno trovato pezzi di pane e chicchi di mais, evidentemente utilizzati come esche per gli uccelli. I successivi accertamenti hanno permesso di individuare il presunto responsabile – con all’attivo numerosi precedenti di polizia e già in passato fermato a bordo dell’auto segnalata con una carabina di libera vendita munita di ottica – e di rintracciarlo a casa sua. L’uomo ha spontaneamente consegnato la carabina, rivelatasi poi ad aria compressa, ed è stato denunciato per procurato allarme.