La clavicola sfiora l’aorta del 19enne, infortunato durante una partita di calcio: «Rivoglio la mia vita»

PERUGIA – Di lui ha parlato per primo il Corriere della Sera. Poi, la sua storia è finita in tv, nella scaletta dei maggiori telegiornali nazionali. E il tam tam – iniziato da un appello del diretto interessato su facebook – piano piano è risuonato fino all’ospedale di Perugia, riporta Ansa.it: «Siamo pronti e siamo in grado di intervenire».

Salvatore Pezzano ha 19 anni, vive a Milano, e a causa di uno scontro di gioco sul campo da calcio ha riportato una grave lussazione sterno claveare, con l’osso che ora sfiora e minaccia l’aorta. Un incidente incredibile, che mette a rischio la vita del giovane a ogni movimento, a ogni passo, «persino una pacca sulla spalla può essermi fatale». Un incidente che non gli «consente più di avere una vita normale, che tanto rivorrei». Un incidente, infine, cui nessuno si sente di porre rimedio per l’elevato rischio che un’operazione di questo genere porta con sé.

Finora. Perché due medici dell’Azienda ospedaliera di Perugia, il direttore della Chirurgia vascolare, Massimo Lenti, e Antonello Panti, dell’equipe di Ortopedia (guidata da Auro Caraffa) si dicono pronti a intervenire. «Venga da noi e lo opereremo», annunciano attraverso l’ufficio stampa del Santa Maria della Misericordia. I sanitari sono venuti a conoscenza del caso attraverso i mezzi d’informazione, e hanno sostenuto di essersi occupati, in passato, «anche di casi più complicati».