Francesco Tei riassume un anno di attività prima del passaggio della campana al nuovo presidente Riccardo Spadolini

PERUGIA – Nell’incantevole cornice di Castello Monticelli, si è svolta la solenne cerimonia del “passaggio della campana” per il Lions club Perugia Centenario, momento in cui il presidente uscente Francesco Tei, manager di Mediolanum, ha consegnato al neopresidente Riccardo Spadolini la tradizionale campana e il relativo maglietto, entrambi strumenti che scandiscono durante l’anno i momenti significativi della vita del club.

Erano presenti numerosi presidenti in rappresentanza dei Club di Perugia. Il presidente uscente Tei ha descritto il passaggio della campana quale «simbolo di continuità con le attività precedenti, sviluppando le linee già segnate, rinsaldando e fortificando lo spirito di amicizia che lega gli appartenenti al club». Ha tracciato poi un bilancio dell’attività svolta nel corso del proprio anno sociale. «Un’attività intensa – è stato spiegato – che ha dato al nuovissimo club una notevole notorietà e visibilità, portando il numero dei soci a 39».

Nel ringraziare tutti per l’impegno “donato”, Tei ha illustrato le attività svolte dal Club: dal service a favore del reparto di oncoematologia pediatrica ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, per l’acquisto di due maxischermi portando a Perugia il celebre Patch Adams, il medico clown, alla serata di danza e formazione con Simona Atzori, dalla partecipazione alla realizzazione della tribuna per disabili allo stadio Curi al progetto “Luce a Piazza del Bacio”, con la realizzazione di eventi per raccogliere fondi per la video-sorveglianza e l’efficientamento dell’illuminazione in un’area degradata della città, fino alla Charity Dinner per una campagna di prevenzione contro la droga.

Il Poster della Pace ed il Progetto Martina hanno poi caratterizzato gli interventi nelle scuole cittadine. Prevenzione del diabete, campagna per le vaccinazioni e contributo al restauro del portone di Palazzo dei Priori hanno visto il club unito agli altri club di Perugia in tutti i service sopra citati. «Questo il nostro “we serve” – ha concluso Tei -: azioni concrete e tangibili su una solida base di altissimi principi morali e sociali».
Il nuovo presidente Riccardo Spadolini, nel ricevere la Campana, ha sottolineato l’importanza di garantire una continuità ai programmi del Club: ha evidenziato le linee guida del programma della prossima annata, che vedrà la riconferma di importanti service, nonché lo sviluppo di nuove iniziative prima di tutti il completamento del service sulla prevenzione delle dipendenze in collaborazione con la Comunità di San Patrignano, che ha ricevuto il patrocinio della Croce rossa nazionale e che porterà a Perugia e Todi a settembre la compagnia teatrale della Comunità con lo spettacolo We Free. Verrà anche sviluppato il tema nazionale sui Disturbi dell’Alimentazione, che vedrà in prima fila le qualificate risorse messe in campo dai club perugini.
L’architettura dei programmi della prossima annata, sarà completata nelle prossime settimane.
Ha fatto seguito, prima della conviviale, l’ingresso di due nuovi soci Gabriele Cardona e Maria Luisa Bacosi, «nuove energie – è stato detto – per raggiungere insieme nel migliore dei modi le finalità lionistiche».

foto004