Il fuoco ha divorato tutto ciò che ha trovato. Non i sei occupanti dello stabile però, riusciti così a sfuggire alle fiamme

GUALDO TADINO (Perugia) – Salvi per miracolo. Difficile definire altrimenti quanto capitato la scorsa notte a sei persone a Gualdo Tadino, dove il primo piano di un edificio, in piena notte, è stato divorato dalle fiamme. Un miracolo. Perché il capofamiglia, svegliato dall’odore acre del fumo, è riuscito a dare in tempo l’allarme e a far mettere in salvo gli altri abitanti della palazzina: un bambino e una donna incinta, oltre alla famiglia che risiede al piano terra.

L’incendio è divampato intorno alle 1. Ed è stato proprio l’uomo a richiedere per primo l’intervento dei vigili del fuoco. Le fiamme hanno completamente distrutto la cucina e la sala da pranzo, raccontano le foto e i pompieri del distaccamento di Gaifana. Solo il rapido intervento del 115 ha evitato che il fuoco si estendesse all’intera abitazione. Le fiamme si sono propagate velocemente, raggiungendo temperature altissime tanto da distruggere gran parte degli arredi e causare danni seri ai solai e alle pareti dello stabile. «In seguito alle operazioni di spegnimento e bonifica – fanno sapere i caschi rossi – è stata disposta la parziale inagibilità della palazzina e l’allontanamento degli occupanti, in attesa di verifiche di stabilità più approfondite».