Colpito da un pugno, muore a Norcia ad appena 32 anni

La lite è iniziata per utili motivi fuori da un pub della zona

NORCIA (Perugia) – Sarebbe iniziata «per futili motivi» la lite che all’alba di domenica mattina, a Norcia, è finita con un 32enne in coma e con un altro, suo coetaneo, arrestato per tentato omicidio. Il dramma si è consumato fuori da un pub della zona. Dove i carabinieri sono intervenuti intorno alle 5.

Uno dei due ragazzi avrebbe colpito l’altro con un pugno, ricostruiscono i militari, probabilmente al volto. Con tanta violenza da farlo finire a terra privo di sensi. Il giovane – che lavora in Inghilterra e che era tornato per trascorre in Umbria il periodo estivo – era già in coma quando sono arrivati i soccorsi. L’ambulanza lo ha trasportato prima all’ospedale di Spoleto poi a quello di Terni. Mentre il presunto aggressore, immediatamente identificato, è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

Aggiornamento: Inutili, alla fine, i tentativi di salvare la vita del giovane. «Non c’è stato nulla da fare per il 32enne nato a Norcia che alle ore 9 circa del 29 luglio è stato trasferito dall’ospedale di Spoleto a quello di Terni in stato di coma ed emorragia cerebrale. L’uomo era in condizioni gravissime – si legge in una nota dell’Azienda ospedaliera -. Alle ore 17.34 (di domenica, ndr) è iniziato l’accertamento di morte cerebrale (sei ore sono i tempi tecnici per confermare l’avvenuto decesso)».