Le tappe di un’edizione da ricordare. «Portare il cinema dove non c’è? Idea vincente da riproporre»

CITTÀ DI CASTELLO (Perugia) – Giù il sipario sulla decima Edizione di CdCinema, la rassegna cinematografica tifernate che quest’anno chiude con un bilancio, se possibile, persino più positivo di quanto organizzatori e spettatori non si aspettassero. Un mese pieno, fitto di proiezioni e non solo. La selezione delle pellicole è riuscita a incontrare sensibilità talvolta affini, talvolta lontane, sempre intercettando il gusto del pubblico: numerosissimo.

La Rassegna si è aperta il 6 luglio nella sala degli Specchi con l’incontro con Elio Pandolfi che ha regalato al pubblico tifernate un pomeriggio di vera poesia ed è proseguita al Cortile di Santa Cecilia dove, nel corso di tutto il mese di luglio, si sono alternati registi e attori che hanno dialogato con gli appassionati del buon cinema, intervistati dal Direttore Artistico di CdCinema, Alessandro Boschi. Cosimo Gomez, regista del film Brutti e Cattivi, Donato Carrisi, scrittore e regista del film La ragazza nella nebbia, Francesco Bruni regista del film Tutto quello che vuoi, Maria di Biase e Corrado Nuzzo, registi e attori del film Vengo Anch’io. Ed è proprio questo film quello che il pubblico di CdCinema ha premiato con le proprie preferenze nell’ambito del Concorso “Opere prime e seconde”. Nella serata finale della premiazione ha ritirato il Premio CdCinema 2018 l’attrice comica e regista Maria di Biase, che ha scaldato il folto pubblico con la sua simpatia collegandosi telefonicamente con il suo compagno, in arte e nella vita, Corrado Nuzzo. Potremo continuare a seguirli nelle frequenze di Rai Radio2 e negli spettacoli estivi in molti luoghi della nostra penisola.

«Un lavoro encomiabile che i volontari di CdCinema mettono in campo ogni anno con passione e competenza” afferma Michele Bettarelli, Vice Sindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Città di Castello nel suo intervento aggiungendo che “questa rassegna rappresenta un tassello fondamentale nel panorama culturale di Città di Castello e di tutta l’Alta Valle del Tevere«. Soddisfatto e non potrebbe essere altrimenti, il direttore artistico Alessandro Boschi, da oggi sarà ospite della trasmissione di approfondimento cinematografico di Rai Radio3, Hollywood Party. L’appuntamento con gli appassionati è per settembre, quando «avremo un’appendice di questa X Edizione con la presentazione dell’ultimo libro su Fabrizio de André Lui, io, noi, alla presenza degli autori Dori Ghezzi, Giordano Meacci, Francesca Serafini».

Un successo, l’idea di portare il cinema dove di norma non c’è, uscendo dalle mura storiche della Città per spostarsi nelle frazioni, a Trestina in questo caso, dove è stato proiettato uno dei film in programma. Un premio speciale, quale riconoscimento per la valorizzazione del patrimonio storico locale, è stato consegnato ad Alvaro Tacchini e a Sandro Busatti produttori, per l’Istituto di storia politica sociale “Venanzio Gabriotti” di Città di Castello, del film documentario La guerra in casa. Un toccante viaggio nella memoria sul passaggio del fronte in Alto Tevere del luglio 1944, ricostruito attraverso il montaggio di filmati e immagini inediti rinvenuti in archivi britannici e tedeschi.
CdCinema, nel ringraziare tutti coloro che a vari livelli l’hanno aiutata e sostenuta, dà appuntamento al prossimo autunno e alla prossima estate salutando i tanti appassionati di cinema con una frase che ha scritto un anonimo spettatore del Cortile di Santa Cecilia: «Regalare un sorriso ha un grande valore. Grazie».