Decreto dignità e Ilva monopolizzano l’agenda del ministro del Lavoro. La presidente di Regione: «Non riusciamo a interagire»

UMBRIA – «Abbiamo sollecitato da circa un mese un incontro al Ministero con il Ministro Di Maio per AST, le acciaierie di Terni appartenenti a TK. Ho chiesto anche come Presidente di Regione un incontro personale con il Ministro. I sindacati hanno sollecitato il tavolo direttamente alla segreteria del Ministro. Non abbiamo ricevuto risposta»: lo scrive su Facebook la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini.

«Il capo di gabinetto del Mise – prosegue – ha mandato a dire alla mia segreteria che il Ministro è impegnato per ILVA e Decreto dignità e che purtroppo neanche di sabato e domenica mi può ricevere… in questi anni ho interloquito con 5 governi, con 5 Presidenti e con numerosi Ministri a guida Mise. Mai mi è capitato di non ricevere alcun tipo di interazione soprattutto per le Acciaierie. Sinceramente mi interessa poco della polemica politica ma del futuro della più grande industria privata della Regione ed uno dei principali siti produttivi dell’Italia manifatturiera dovrebbe essere una priorità di tutto il Governo!».