Due terzi dei lavori saranno finanziati dal Mibact. Avio Proietti Scorsoni: «Ecco a che punto siamo con le opere pubbliche»

AMELIA (Terni) – La sovrintendenza è pronta a mettere 1 milione e 500mila euro di risorse, circa due terzi dei quali stanziati dal ministero dei Beni culturali, per completare la ricostruzione della porzione di mura poligonali crollata nel 2006. Lo ha annunciato l’assessore ai lavori pubblici, Avio Proietti Scorsoni, facendo il punto sui cantieri aperti in città. «I tecnici – riferisce Proietti Scorsoni – stanno predisponendo il progetto e le necessarie procedure per riavviare i lavori nel più breve tempo possibile. Abbiamo inoltre chiesto alla Regione una riunione del tavolo tecnico prima delle ferie estive per fare il punto della situazione».

Per quanto riguarda invece il tratto di mura dalla Torre del Sole a Porta Leone, il titolare ai lavori pubblici rende noto che è stato ultimato il restauro del tratto in oggetto, mentre ora i lavori stanno proseguendo dalla porta sino alla torre circolare compresa. «Inoltre – specifica – i tecnici della sovrintendenza stanno lavorando ad una variante che contempla la sistemazione di una fascia di rispetto lungo il tratto di mura restaurato, che sarà delimitata da una staccionata in legno». In merito alle altre opere pubbliche, l’assessore ha anche informato che è intenzione dell’amministrazione comunale dare in gestione la futura piscina, una volta completati gli ultimi lavori rimasti.

«Il terzo stralcio è terminato – spiega – e la vasca è pronta e stiamo definendo le complesse procedure per l’approvazione delle varianti e del collaudo finale». Per quanto riguarda la variante 205, da circa tre mesi sono state completate le procedure relative al collaudo tecnico-amministrativo delle opere sin qui eseguite. «Siamo quasi giunti – informa Proietti Scorsoni – alla conclusione per risolvere il contenzioso con l’Ati e quindi per poter procedere ad un nuovo appalto».

Per la Strada Mattia Giurelli, inserita nel Puc2, il Comune conta di aprire la strada che porta fuori dal nuovo parcheggio entro la fine dell’anno, salvo complicazioni. «Abbiamo previsto – puntualizza Proietti Scorsoni – circa 12mila euro per tagliare 12 alberi pericolosi, sostituire 30 metri di guard rail aggiungendo altri 10 metri, realizzare 80 metri di staccionata, eseguire interventi di manutenzione al manto stradale e all’illuminazione». In merito al parcheggio è alle viste un nuovo appalto da 140mila euro per l’ultimazione delle due piazzette sotto l’Abside di Sant’Agostino.

«In una delle due piazzette – spiega l’assessore – verranno ricavati 16 posti auto da riservare ai residenti. Tale intervento contiamo di definirlo tra la fine e l’inizio del nuovo anno. Nel frattempo verificheremo la possibilità di poter utilizzare lo spazio, in via provvisoria, anche quale parcheggio, magari per un numero inferiore di auto. Come percorso pedonale lo stiamo già utilizzando». Attenzione anche sulla viabilità della scuola materna, dal 7 gennaio scorso raggiungibile esclusivamente da Via Stylida.

«Durante l’estate – informa sempre l’amministratore – attueremo ulteriori interventi migliorativi grazie anche alla disponibilità e alla collaborazione dei tecnici della Provincia, proprietaria dell’area dove dobbiamo intervenire, fermo restando che per la viabilità definitiva dovremo attendere un nuovo finanziamento».