Trattativa naufragata, Sase: «Garanzie non sufficienti»

PERUGIA – Dunque, tutto confermato: niente voli da e per Cagliari e Trapani dall’aeroporto internazionale dell’Umbria. Né questa estate, né in autunno. La trattativa tra il vettore Aliblue Malta e Sase è definitivamente naufragata, si è arenata sulla pista dello scalo umbro e da qui nessun aereo si muove.

«Circa i voli della compagnia Aliblue Malta – scrive il gestore del San Francesco in una nota – Sase tiene a precisare che relativamente alla nuova proposta, pervenuta in data giovedì 28 giugno e riguardante il ripristino dei voli a partire dal 13 luglio, le condizioni richieste e le garanzie offerte dalla compagnia non sono state ritenute idonee e sufficienti a garantire l’aeroporto ed i suoi passeggeri». Prima scomparsi dal sito della compagnia, poi rinviati ad autunno, infine, ora, definitivamente cancellati. Nel dare seguito, anzi fine alla querelle, Sase ribadisce che «il primario interesse della società di gestione dell’aeroporto dell’Umbria è garantire servizi puntuali ed efficienti attraverso partner consolidati, affidabili e solidi»,