Di origine domestica, commerciale e artigianale

SAN VENANZO (Terni) – Ha l’obiettivo migliorare sensibilmente il sistema di smaltimento ed aiutare l’ambiente il servizio di raccolta, trasporto e smaltimento degli oli esausti di origine domestica, commerciale e artigianale attivato dal Comune di San Venanzo.

A darne notizie è l’amministrazione che ha pubblicato un bando per la selezione di un soggetto che operi nel settore e che, tramite convenzione, della durata di 1 anno, collabori con il Comune per l’espletamento del servizio. Il punto di raccolta è stato individuato in Piazza Dante Alighieri, adiacente all’attuale erogatore di acqua potabile dove il soggetto gestore dovrà prelevare i materiali da smaltire procedendo anche ad una campagna di sensibilizzazione della cittadinanza sul tema degli oli esausti di origine domestica.

«Statisticamente – spiega l’amministrazione comunale per motivare il provvedimento assunto – ogni anno ciascuna persona immette nell’ambiente circa 5 chili di olio vegetale esausto, in gran parte sotto forma di residuo di fritture e quindi particolarmente dannoso per l’ambiente stesso».