Appena maggiorenni: entrambi con precedenti penali, 18enne e 21enne dovranno rispondere di rissa aggravata e lesioni personali

TERNI – È stata solo la presenza, e l’intervento, di una pattuglia della Volante a spegnere sul nascere l’ultima rissa nel centro storico di Terni. L’episodio ieri notte, intorno alle 23.30 in piazza della Repubblica, dove due gruppi di giovani stranieri, di fronte alle Poste, hanno iniziato a prendersi a calci, pugni e bottigliate. Alcuni alla vista degli agenti sono scappati, scomparendo tra i vicoli di corso Vecchio. Altri invece hanno continuato a picchiare, accecati di rabbia, e alla fine sono scattate le manette.

Due, in particolare. Un 18enne e un 21enne egiziani, con regolare permesso di soggiorno, con ferite da taglio alle mani e abrasioni al volto. Il 18enne, già arrestato mercoledì dalla Mobile e sottoposto alla misura cautelare del Divieto di dimora nel Comune di Terni, aveva ancora una bottiglia rotta di vetro in mano quando i poliziotti sono riusciti a immobilizzarlo. Entrambi con precedenti penali, sono stati arrestati per rissa aggravata e lesioni personali. Le indagini, da sapere la questura, proseguono adesso per identificare le altre persone presenti in piazza e accertare i motivi dello scontro.

La pattuglia che ha sedato la rissa si trovava in centro nel corso dei servizi di prevenzione intensificati dal questore Messineo, anche con l’ausilio di due unità cinofile (Condor e Whumm) della questura di Roma. Durante i controlli, estesi anche alla prima periferia, sono stati trovati circa 70 grammi di hashish e marijuana, poi sequestrati, tra parco Ciaurro e piazza Solferino (su un balcone).