L’operazione dei carabinieri della Stazione di Todi. Il cliente segnalato come assuntore

DERUTA (Perugia) – Lo hanno trovato a vendere una dose di droga e in casa gli hanno trovato hashish per 240 dosi. È per questo che i carabinieri della Stazione di Todi, nell’ambito delle attività di controllo del territorio finalizzate alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, seguendo le direttive impartite dal Comando provinciale di Perugia, hanno arrestato un giovane di anni 19 residente a Deruta.

I militari infatti, in prossimità di un parco pubblico di Deruta, hanno sorpreso il giovane proprio nel momento in cui stava spacciando una dose di sostanza stupefacente, tipo hashish, ad un tossicodipendente del luogo, quest’ultimo poi segnalato all’autorità amministrativa per uso personale di sostanza stupefacente. Nel corso delle successive perquisizioni i militari hanno rinvenuto 30 grammi di hashish suddivisi in dosi e pronti per essere spacciati.
La droga è stata sottoposta a sequestro e dagli esami di laboratorio effettuati è risultato che si potevano ricavare 240 dosi.
L’arrestato, dopo le formalità di rito, su disposizione dell’autorità giudiziaria che ha coordinato le attività, è stato condotto nella propria abitazione e sottoposto agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Rito, tenuto nel tribunale di Spoleto, in cui è stato ritenuto responsabile delle contestazioni a suo carico e condannato all’obbligo della presentazione alla polizia giudiziaria tre volte a settimana.