«Rimuovete quell’elefante dalla rotatoria, mica siamo a Fasano»

A Perugia c’è qualcuno cui quella statua dedicata ad Aldo Piccini non è proprio andata giù… Pronta un’interrogazione in Consiglio comunale

di Carmine Camicia*
(riceviamo e pubblichiamo)

PERUGIA – Rotatoria Aldo Piccini, l’Amministrazione celermente autorizza ad una società a posizionare al centro della stessa un elefante a grandezza naturale, impattante e poco adatto al contesto.

La Commissione Toponomastica qualche tempo fa decise ad unanimità d’intitolare una Rotatoria all’imprenditore Aldo Piccini, che con la Sua azienda, aveva creato tantissima occupazione, dando lustro alla città . Il sottoscritto, come da regolamento, chiese ai dirigenti del comune di far apporre sulla rotatoria 4 targhe con il nome dell’industriale perugino. Da qualche settimana, con sgomento, i residenti si sono accorti che al centro della rotatoria al posto della statua di Aldo Piccini era stata installata una scultura in ferro che in grandezza naturale raffigurava un pachiderma, animale forse più adatto a raffigurare la città di Fasano.

Il sottoscritto, a breve, presenterà un’interrogazione al sindaco, finalizzata a far rimuovere quell’elefante che poco c’entra con Perugia, dando spazio ad un busto o ad una statua che raffiguri il grande imprenditore perugino. La non felice idea di far installare il Jumbo a ferro di cavallo, non ha precedenti e non ha legami con la storia di Perugia, poiché rappresenta nella cultura occidentale, l’esercito di Annibale, durante l’invasione d’Italia dopo il transito delle Alpi.

*Consigliere comunale Perugia